23.2 C
Rome
Maggio 21, 2024
Focus

Manuela Donghi: “Ora la finanza è per tutti. Anche per chi non l’ha mai capita”

Giornalista, ha scritto un libro con Mursia per rendere più semplice la materia


È nelle librerie italiane La Finanza per tutti. Anche per chi non l’ha mai capita, (Mursia, pagine 282, 17euro), il nuovo libro di Manuela Donghi (con la Prefazione di Vittorio Feltri ) che spiega in maniera chiara e semplice, concetti e argomenti del mondo finanziario per riuscire a gestire in prima persona i propri risparmi. L’argomento è sovente discusso nei talk show politici proposti dalla televisione pubblica e privata, chiamando in causa esperti economisti. Questa esigenza di conoscere la situazione economica e finanziaria nasce dal momento storico in cui l’Italia conosce profonde crisi economiche (2007, 2009, 2011). La finanza fu un argomento che riuscì a catalizzare l’attenzione riscuotendo molto interesse. Da quel periodo storico siamo usciti più informati e forse più consapevoli del ruolo della finanza. Per non parlare del recente periodo di inflazione. Con la risalita dei prezzi e dei tassi di interesse, la conoscenza è sempre più importante per comprendere le conseguenze sulle scelte economiche.

Il libro di Manuela Donghi risponde proprio a queste specifiche esigenze: essere un punto di riferimento mediante il quale spiegare concetti difficili in maniera accattivante e divulgativa.

Con Manuela Donghi, giornalista professionista, conduttrice televisiva e radiofonica, vicedirettore editoriale di Giornale Radio, autrice e conduttrice della trasmissione Next Economy, head of summit a «Le Fonti Tv», cerchiamo di conoscere l’argomento del libro, per comprendere le diverse sfaccettature della finanza.

Perché nasce questo libro?

«Ha origine da una domanda precisa: “Quanto ne sappiamo di economia e finanza?” Ce lo siamo mai chiesti? Forse no, perché l’errore più comune è credere che riguardino solo i cosiddetti “esperti”. In Italia, il livello di educazione finanziaria è sempre stato storicamente più basso rispetto alla media dei Paesi Ocse, quindi è il momento di fare sul serio, perché la scarsa conoscenza costa: pesa ogni anno sulle famiglie per migliaia di euro. Con il periodo di inflazione e le recenti crisi economiche, la risalita dei prezzi e dei tassi di interesse, la conoscenza è sempre più importante per comprendere le conseguenze sulle nostre scelte economiche. Pubblico da qualche anno la mia rubrica La finanza spiegata alla gente su “Libero Quotidiano”, e tanti miei lettori hanno chiesto questa raccolta delle varie puntate, per disporre di un manuale pratico che potesse aiutare a capire parole, concetti, termini e temi di attualità, spesso non compresi pienamente».

Come spiegare argomenti complessi in maniera coinvolgente?

«La mia mission? O meglio, quella che ormai mi è stata attribuita, è quella di rendere la materia seria ma non seriosa. Questo è uno slogan che mi sono inventata e che mi porto appresso, perché ne sono convinta al 100%. Se ci pensiamo bene vale per qualsiasi cosa: quando un argomento ci sembra noioso o semplicemente lontano da noi, proviamo a percorrerlo attraverso un’altra strada. Nel caso della finanza, per esempio, pensando che se riusciamo a essere più sul pezzo sulle basi, possiamo evitarci fregature e magari rispondere a tono a chi cerca di darcene!».

Che ruolo assume la finanza nella vita quotidiana?

«La finanza e l’economia sono ovunque, sempre con noi. Qualche esempio? Quando usciamo di casa e controlliamo quanti contanti abbiamo nel nostro portafoglio, quando andiamo al supermercato e siamo in grado di confrontare le offerte senza farci attirare da prodotti civetta. A proposito, sappiamo cosa sono? Oppure quando andiamo in Banca e, parlando con il nostro referente, riusciamo a capire cosa ci sta proponendo. Quattro occhi sono meglio di due e quattro orecchie sono meglio di due..».

Le persone come vivono gli andamenti dei mercati finanziari?

«Non li vivono nel vero senso della parola, ma si affidano a notizie buttate qua e là, spesso senza nemmeno verificare le fonti. E questo è facilmente intuibile, altrimenti non saremmo agli ultimi posti nelle classifiche ufficiali di livello di alfabetizzazione finanziaria. I mercati finanziari sono considerati solo dagli esperti del settore oppure da appassionati».

Che frasi utilizzare per diffondere tranquillità nelle persone preoccupate dalla finanza?

«Quando una cosa non si conosce fa più paura. Non ci sono formule magiche o segreti particolari, se non quello di leggere, informarsi, chiedere, parlare con chi ne sa più di noi. Se non ti occupi della finanza, prima o poi la finanza si occuperà di te. Ogni giorno abbiamo a che fare con previsioni, numeri e conti: bisogna per forza farseli amici!».

Francesco Fravolini

Leggi anche

B2B: “Il marketing si fa ancora alla vecchia maniera. Basta con i bigliettini”

Cinzia Ficco

Obbligo di trasparenza retributiva dal 2027 per combattere la disparità di salari tra uomo e donna

Cinzia Ficco

Vicenza, a maggio torna l’unica fiera europea B2B dedicata ai circuiti stampati

Cinzia Ficco