25.4 C
Rome
Luglio 12, 2024
FocusInnovazione

Presentati in Germania i nuovi motori elettrici italiani per veicoli industriali

Sono stati costruiti senza l’uso dei magneti permanenti dal nuovo polo Green Silence Group


Compatti, silenziosissimi, ad altissimo rendimento, riciclabili e soprattutto costruiti senza l’uso dei magneti permanenti.

Sono queste le caratteristiche della gamma di nuovissimi motori elettrici realizzati da Green Silence Group, il polo Made in Italy per industria e mobilità elettrica e presentati oggi all’International Vehicle Technology Expo di Colonia.

Green Silence Group, il nuovo polo italiano che ha unito le competenze di Settima Meccanica, Motive e Spin, rivoluziona così il mercato dei motori elettrici per veicoli industriali con una gamma di prodotti ad altissimo rendimento ed efficienza energetica in grado di abbattere non solo l’inquinamento (acustico e ambientale) ma anche di eliminare definitivamente l’utilizzo dei magneti permanenti. Tale innovazione consente, infatti, di ottenere prestazioni sensibilmente migliori sia in termini di efficienza che di tutela ambientale: a differenza dei comuni motori elettrici sincroni prodotti con l’uso dei magneti,  soggetti a cali di rendimento in conseguenza del loro normale progressivo riscaldamento durante l’uso, i nuovi motori elettrici del Gruppo Green Silence, gli “Spinrel”, garantiscono prestazioni energetiche più elevate, costanti, e l’abbattimento dell’inquinamento acustico grazie alle migliori caratteristiche meccaniche. Inoltre, consentono un uso responsabile delle risorse, anche grazie alla elevatissima riciclabilità e all’azzeramento dell’attività mineraria che ha un fortissimo impatto sull’ambiente.

Questi motori sono così destinati a soddisfare le nuove esigenze della mobilità elettrica riducendo la dipendenza dall’approvvigionamento estero e dalle oscillazioni di mercato legate al prezzo delle terre rare provenienti dall’Asia, utilizzate nella produzione di magneti permanenti migliorando nel contempo prestazioni e impatto ambientale anche nella fase di smaltimento.

Si tratta di un’innovazione che potrà rivoluzionare la produzione di veicoli industriali e commerciali sia on-road (veicoli dell’ultimo miglio per la logistica, autobus urbani, scuolabus, camion dei rifiuti, ecc.) che off-road (es. macchine agricole, scavatori, carrelli elevatori, ecc.) o anche robot umanoidi ultra-silenziosi.

Green Silence Group S.p.A. è un nuovo polo italiano che unisce le competenze di tre aziende d’eccellenza nel campo delle applicazioni industriali e della mobilità (Settima MeccanicaMotive Spin), reso possibile grazie alla visione del fondo Xenon Private Equity. Conta oggi oltre 200 dipendenti e un fatturato di 50 milioni di euro che punta a raddoppiare entro il 2028. Green Silence ha una presenza diretta sui mercati europei, del Nord America e dell’Asia e realizza il 72% dei suoi ricavi all’estero, ponendosi come pioniere nell’adozione di tecnologie avanzate e sostenibili, fornendo soluzioni all’avanguardia per l’elettrificazione industriale e la mobilità sostenibile.

La Redazione

Leggi anche

Scalability manager: a Pisa un Master per formare questa nuova figura

Cinzia Ficco

Parlare di un’impresa non è fare marketing, ma raccontare il suo perché

Cinzia Ficco

Vicenza, torna l’unica fiera europea B2B dedicata ai circuiti stampati

Cinzia Ficco