23.2 C
Rome
Maggio 21, 2024
FocusManagement

In azienda arriva “il Grande fratello” del wellbeing. Ti dirà se sei felice

La soluzione della start up Trainect, secondo cui il benessere va pianificato e tracciato


Il benessere in azienda non si improvvisa. Va pianificato e tracciato.

Come? Intanto, secondo il team di Trainect, https://www.trainect.it/ sarebbero cinque le aree da considerare per assicurarsi la soddisfazione dei propri dipendenti ed evitare le loro dimissioni: fisico, mentale, emotivo, finanziario e sociale.

Trainect è una startup innovativa e società Benefit che ha creato una piattaforma innovativa e la relativa app  da smartphone per il monitoraggio e il miglioramento del benessere aziendale dei dipendenti attraverso dinamiche di gamification. Questo tipo di tecniche, supportare da pillole formative, stimolerebbero la salute in azienda, funzionale alla sua “conservazione”.

“Quando abbiamo lanciato Trainect e la relativa app, MyTrainect – spiega Alberto Ronco, CEO di Trainect (in foto) – volevamo creare uno strumento che permettesse alle aziende di capire lo stato di salute dei propri dipendenti. Una guida per il loro benessere. Abbiamo capito col tempo che le aree su cui i dipendenti hanno bisogno di supporto non sono solamente quella del fisico e della mente, ma anche delle sfere emotiva, sociale e finanziaria. Una volta valutati questi elementi, al dipendente devono essere messi a disposizione degli strumenti per fare in modo che questi valori possano migliorare nel tempo: video corsi, pillole informative, allenamento, meditazione e podcast sono alcuni delle attività da mettere in campo per far sì che i dipendenti possano davvero lavorare su sé stessi”.

Secondo una delle ultime indagini di Confcommercio circa il 70% dei lavoratori del settore terziario è tornato in ufficio, lasciando lo smart working e le sue comodità. Il 30% restante ha la concessione fino a 3 giorni di smartworking ma l’ufficio è tornato nella sua routine.
La nota positiva però è che dall’ultimo report dell’Osservatorio Zucchetti su un’analisi di oltre
1000 aziende, il 46% di loro ha già al suo interno iniziative volte al benessere aziendale
e il 73% ha intenzione di implementarne di nuove nel breve termine.

“La soluzione che proponiamo – aggiunge Matteo Sola, advisor di Trainect – va legata a obiettivi concreti: in questo la metodologia OKR può essere d’aiuto”.

Ma, ovvio, serve un reset culturale nei contesti corporate.

“Cambiando il modo di vedere e  pensare il benessere aziendale – spiega Eleonora Valè, Wellbeing Designer di Trainect e psicologa del lavoro- si può costruire un piano di lavoro che permetta ai dipendenti di prendersi cura di sé  e far migliorare le  performance lavorative, la  relazione con l’azienda”.  

Tra grandi dimissioni e quiet quitting (rifiutarsi di andare oltre sul lavoro) riuscire a tenere i propri dipendenti felici e sani sta diventando una priorità.  

Infatti, una delle ultime novità di Trainect – che tra i clienti annovera anche Renault – e della sua piattaforma è una dashboard che mostra la qualità del benessere dell’intera società così da avere anche una percezione più chiara di quali sono le aree di miglioramento su cui bisogna lavorare.

Con Trainect e i suoi partner, oltre a sostenere i propri dipendenti, l’azienda può contribuire a supportare progetti e programmi che hanno l’obiettivo di aiutare a migliorare lo stato di benessere del pianeta. Infatti, ogni volta che i dipendenti, o l’azienda,  svolgono delle attività per migliorare il proprio status, ricevono dei crediti. che possono essere usati per acquistare prodotti e servizi dai partner Trainect o supportare iniziative legate alla sostenibilità ambientale.

La Redazione

Leggi anche

Costruzioni: ancora male. La causa? Il difficile accesso al credito

Cinzia Ficco

Venture Capital 2023 in Italia: superata per il terzo anno consecutivo la soglia del miliardo raccolto

Cinzia Ficco

Adapt e Tiaki insieme per le nuove sfide della logistica

Cinzia Ficco