11.5 C
Rome
Aprile 17, 2024
Focus

Il futuro del made in Italy al sicuro se scuola e imprese collaborano nell’ accelerare la transizione digitale  

Le iniziative di Upskill 4.0, start up e società benefit, guidata dall’economista, Stefano Micelli


In poco più di 10 anni l’Italia ha perso oltre 220mila imprese artigiane e gli artigiani in attività stanno subendo un progressivo invecchiamento (dati InfoCamere-Movimprese). Il nostro Paese ha accumulato un gap digitale che si rivela critico soprattutto nel settore del capitale umano e pesa su produttività e competitività (dati Desi 2022).

In questo contesto ci sono 90 aziende artigiane e oltre 400 studenti italiani che, in soli due anni, hanno dato vita insieme a nuovi percorsi di transizione digitale, sviluppati attraverso modelli inediti di collaborazione. La sperimentazione è stata guidata da Upskill 4.0, la startup e società benefit specializzata in design dell’innovazione, nata come spin off dell’Università Ca’ Foscari Venezia, presieduta dall’economista Stefano Micelli (in foto) e impegnata a progettare e portare avanti nuovi modelli di cooperazione tra scuola, università, imprese artigiane e territori per accelerare l’innovazione digitale e lo sviluppo del Made in Italy. 

Così a Milano per il Laboratorio Lopane, l’officina di restauro d’auto d’epoca che unisce il saper fare artigianale alle nuove tecnologie 4.0, gli studenti hanno sviluppato un simulatore che attraverso la gamification permette agli utenti di arrivare a modellare la lamiera e ricreare un pezzo della carrozzeria di un’auto d’epoca. Mentre per La Ciclistica Milano, una delle prime ciclofficine che ha visto la luce con la rinascita del ciclismo urbano, hanno ideato una carta d’identità digitale dove è possibile trovare tutte le informazioni necessarie per la gestione e il mantenimento delle loro biciclette sartoriali.

Per questo impegno e i risultati ottenuti, Upskill 4.0 è stata inserita il 6 novembre scorso nel prestigioso ADI Design Index 2023, dedicato al miglior design italiano, all’interno della categoria ricerca per l’impresa, rivolta a progetti e iniziative che promuovono, attraverso il design, la ricerca e l’innovazione all’interno delle aziende e nel territorio. Solo le realtà selezionate nell’ADI Design Index possono partecipare al celebre premio Compasso d’Oro.

Dal 16 novembre l’attività di Upskill 4.0 si potenzierà con l’apertura della sede milanese negli spazi di Lom – Locanda Officina Monumentale in via Galileo Ferraris, 1. All’inaugurazione, che si terrà giovedì 16 novembre alle 19, interverranno: l’economista Stefano Micelli, presidente esecutivo di Upskill 4.0, Gianluca Carella e Federica Colombo, ricercatori del dipartimento di design del Politecnico di Milano, Alessandro Agostini, Ceo di Vitruvio Virtual Reality, Fabio Venturini e Stefano Alberti di La CiclisticaMilano, Andrea Lopane di Laboratorio Lopane. Modererà il giornalista Giampaolo Colletti.

“La grande tradizione manifatturiera del nostro Paese è chiamata a confrontarsi con il digitale – sottolinea l’economista Stefano Micelli, presidente esecutivo di Upskill 4.0 – L’incontro fra il saper fare delle imprese e i giovani non è un fatto scontato. Richiede un sostegno al territorio e strumenti di gestione dell’innovazione che consentano alle imprese di esplorare il potenziale delle tecnologie 4.0. In questo contesto sentiamo l’urgenza di agire ora per facilitare l’incontro tra le generazioni più giovani e le imprese. Ogni giorno lavoriamo per promuovere la trasformazione digitale costruendo ponti tra le piccole e medie imprese italiane e i talenti di domani. Dal 16 novembre il nostro impegno aumenterà con l’apertura della nostra sede milanese”.

La Redazione

Upskill 4.0 è una startup innovativa e società benefit specializzata in design dell’innovazione, nata come spinoff dell’Università Ca’ Foscari Venezia. Presieduta dall’economista Stefano Micelli, progetta e sviluppa percorsi di innovazione tecnologica e sociale promuovendo nuovi modelli di collaborazione tra scuola, università, imprese e territori. 

Leggi anche

Il merito in Italia? Si “misurerà” il 30 gennaio all’Università Cattolica

Cinzia Ficco

Carlo Stagnaro: “Regole troppo strette imbrigliano gli innovatori”

Cinzia Ficco

Il Sud delle medie impese industriali dimostra di poter correre più veloce del resto d’Italia

Cinzia Ficco