18 C
Rome
Giugno 12, 2024
Azienda TopEvoluzioneInnovazione

Argotec apre il suo nuovo quartiere generale e conferma l’assunzione di cento talenti

Azienda torinese del settore spaziale, guidata da Davide Avino


Argotec, azienda torinese del settore spazio, ha aperto per la prima volta le porte del suo nuovo quartier generale a San Mauro Torinese: lo SpacePark.

E’ stata l’occasione per mostrare il progresso dei lavori e, in particolare il completamento della Camera Bianca, lo spazio dove verranno fisicamente assemblati i satelliti, in quella che promette di essere una delle più grandi space factory in Europa.

Oggi c’è stato anche il primo Consiglio di Amministrazione in presenza, svolto proprio allo SpacePark. Erano presenti tutti i membri del board: oltre al Presidente David Avino, anche Francesco Profumo, Kathy Laurini, Paolo Nespoli e Alberto Recchi.

Tra le autorità presenti, l’Assessore Regionale, Andrea Tronzano, la Sindaca di San Mauro, Giulia Guazzora e l’Assessora della Città di Torino, Chiara Foglietta.

Sono circa 1000 metri quadrati quelli che si trovano dietro i due oblò che si osservano all’ingresso dello SpacePark. Così è stato ribattezzato dai dipendenti di Argotec il nuovo quartier generale dell’azienda. Parliamo di quella che un tempo è stata la sede delle cartiere Burgo.

E quegli oblò sono esattamente lì dove li aveva pensati e progettati l’architetto, premio Pritzker, Oscar Niemeyer.

A guidare i lavori di ristrutturazione è stato un principio di conservazione e valorizzazione dell’esistente. Sfida non facile quando si devono trasformare 16mila metri quadrati – tanto è lo spazio coperto dell’edificio – e di preciso una cartiera in una fabbrica di satelliti ad altissima tecnologia. Dove c’erano corridoi, uffici e magazzini, oggi si estende una lunga vetrata che permette una visuale completa sulla Camera Bianca, già allestita con camere termovuoto e macchine per i test strutturali di vibrazione. Proprio lì, nelle prossime settimane, inizieranno a operare per la prima volta gli ingegneri di Argotec. Addirittura con un leggero anticipo sulla tabella di marcia, come spiega David Avino, Amministratore Delegato e fondatore dell’azienda: “Sapevamo che sarebbe stata una sfida enorme, ma abbiamo voluto affrontarla. Ci siamo dati tempi molto stretti, eppure la squadra ha lavorato intensamente e oggi siamo in grado di essere addirittura in anticipo sulla tabella di marcia. Per questo non posso che ringraziare lo straordinario team di progetto. Entro la fine dell’anno saremo in grado di trasferire tutti i colleghi allo SpacePark e iniziare quella che mi piace pensare come a una nuova vita di Argotec, che vedrà tra le altre cose 100 nuove assunzioni, previste proprio dal progetto SpacePark, necessarie per la produzione di oltre 50 satelliti all’anno, circa uno a settimana.”

L’investimento sullo SpacePark – continua Avino – ammonta a 25 milioni di euro, confermando la sostenibilità finanziaria dell’azienda e la sua progettualità per il futuro”.

La prima produzione che vedrà la luce è quella della costellazione di satelliti di Osservazione della Terra che andrà a far parte del programma IRIDE, voluto dal Governo Italiano e finanziato con i fondi del PNRR. Oltre alla Camera Bianca, sono già pronti anche due laboratori e il data center. Prova che l’azienda è già pronta per spostare nella nuova sede la fase produttiva e renderla a pieno regime in breve tempo.

Nei prossimi mesi si concluderanno i lavori delle aree più propriamente dedicate agli uffici, ma anche di quelle previste per l’Argotec Industrial Accelerator, per le aree di svago e ristorative.

L’inaugurazione ufficiale dello SpacePark è prevista per il 14 ottobre, durante i giorni dell’International Astronautical Congress. Il più importante evento al mondo del settore Spazio, che quest’anno si terrà a Milano.

Argotec è una space company italiana, con base a Torino e due sedi negli Stati Uniti, negli stati del Maryland e della Florida. Le sue principali linee di business sono la produzione di satelliti di piccole dimensioni ad alta affidabilità e l’ideazione di soluzioni di comfort per astronauti e futuri turisti spaziali.   Nel 2022 è stata l’unica azienda al mondo ad avere due smallsat operativi nello spazio profondo, nell’ambito delle missioni NASA, Dart e Artemis 1.   Attualmente è al lavoro su numerosi progetti, tra cui la costellazione HEO per l’Osservazione della Terra, nell’ambito del programma IRIDE.  

Il fatturato previsto nel 2023 è di 20 mln (quasi raddoppiato rispetto al 2022), con un piano di assunzioni aperto di 100 talenti. Nello stesso anno ha annunciato la creazione del suo nuovo SpacePark, con un impianto produttivo di ad alta automazione ed aree verdi di 17mila metri quadri.

www.argotecgroup.com

Leggi anche

Tony Fadell e la sua guida non ortodossa per avere successo

Cinzia Ficco

Edutech: l’italiana Epicode al Bett Show London di gennaio prossimo

Cinzia Ficco

Dal Tacco d’Italia, scarpe e borse per venti brand del lusso internazionali

Cinzia Ficco