18.1 C
Rome
Maggio 24, 2024
Innovazione

Aziende, ora pensa una start up a farvi risparmiare su luce e gas

E’ il servizio offerto da SmartBilly. Agli inizi solo per le famiglie


Prima le famiglie, ora anche le aziende: il servizio di SmartBilly si allarga, alleggerendo gli imprenditori.  Che di scadenze, impegni e responsabilità sono pieni.

“Ogni giorno sul mercato – ci fa sapere il Ceo della start up, Massimiliano Cuttini (in foto) – ci sono 1.800 offerte diverse per i clienti privati e 1.600 per le aziende. Se si volessero analizzarle tutte per identificare quella migliore ci vorrebbero giorni. E una volta finito il lavoro, ci sarebbero nuove offerte che potrebbero essere ancora più competitive. Di qui, i nostri servizi. E la nostra realtà, italiana, che ha creato un motore di intelligenza artificiale in grado ogni giorno di  confrontare i consumi dei suoi clienti con tutte le offerte presenti sul mercato italiano. Se ne troviamo una migliore di quella che il cliente ha già, provvediamo al trasferimento verso la nuova offerta. E a tutto pensiamo noi. Burocrazia compresa”.

L’idea nasce per i clienti privati ma, appena il portale www.smartbilly.it è andato live, l’azienda ha ricevuto richieste anche da parte delle piccole aziende italiane. Per questo motivo è nata di recente anche la divisione business, dedicata proprio a partita iva e piccole imprese.

“Con i prezzi oggi presenti sul mercato – in media un ristorante paga una bolletta di 3.100 euro al mese, mentre un negozio di abbigliamento ne paga 1.700. Andando, però, ad ottimizzare l’offerta c’è la possibilità di risparmiare 6mila euro l’anno per un ristorante e 3mila euro per un negozio. La nostra start Up è la prima a gestire in modo autonomo le utenze dei clienti. Una volta ricevuta la delega, SmartBilly opera nel miglior interesse del cliente con l’obiettivo di fargli avere sempre il prezzo più basso del mercato”.

I costi?  SmartBilly, a sentire Cutini, “non ha né costi d’ingresso né penali all’uscita. Guadagna solo in base a quanto riesce a far risparmiare al cliente. Per ogni euro risparmiato, il 50% va al cliente e il 50% va a SmartBilly. Grazie a questo meccanismo, l’obiettivo dell’azienda è esattamente lo stesso del cliente”.

Come funziona il servizio? Per l’iscrizione bastano 6 minuti e si effettua completamente online tramite il sito www.smartbilly.it

SmartBilly gestisce tutti i successivi passaggi: analizza la bolletta del cliente, individua l’offerta migliore presente sul mercato e gestisce la burocrazia per effettuare il passaggio verso il nuovo operatore. Se non ci sono offerte migliorative sul mercato, SmartBilly lo comunica al cliente e gli consiglia di non cambiare offerta.

Da quel momento in poi, ogni volta che arriva una nuova bolletta, SmartBilly invia una mail al cliente con il dettaglio dei costi e l’evidenza del risparmio conseguito. Poi vengono quindi addebitati sul conto corrente del cliente, automaticamente tramite RID, sia il costo della bolletta sia il compenso di SmartBilly. Il lavoro non è però finito qui, perché la Start Up valuta periodicamente tutte le nuove offerte per garantire al cliente sempre quella più conveniente”.

“Sul mercato, anche estero – aggiunge il Ceo – non esistono aziende con il nostro modello di business. L’idea è nata con l’intento di ribaltare la modalità di lavoro dei classici comparatori online: loro guadagnano se portano il cliente da un operatore all’altro, noi guadagniamo solo se il cliente consegue un effettivo risparmio. Loro hanno accordi solo con specifici fornitori, noi compariamo tutti i fornitori e tutte le offerte. Loro cambiano offerta al cliente una volta e poi non fanno più nulla, noi seguiamo il cliente nel tempo e lo portiamo sempre sull’offerta più conveniente. Per ora siamo focalizzati sul mercato Italiano che ha enormi potenziali di crescita per servizi di questo tipo, ma abbiamo nei nostri piani l’espansione verso altri paesi europei”.

                                                         La Redazione

Leggi anche

“Il fatturato generato da attività legate al software quadruplicherà entro il 2030”

Cinzia Ficco

Carlo Stagnaro: “Regole troppo strette imbrigliano gli innovatori”

Cinzia Ficco

Ai applicata alla Finanza: entro il 2030 il mercato globale supererà i 55 miliardi di dollari di fatturato

Cinzia Ficco