23.2 C
Rome
Maggio 21, 2024
FocusMarketing

B2B: “Il marketing si fa ancora alla vecchia maniera. Basta con i bigliettini”

I founder di Krein, start up in crescita, che aiuta le pmi a digitalizzare le vendite ad altre aziende


Il suo fatturato è cresciuto del 203 per cento in soli tre anni, punta all’internazionalizzazione nel mercato statunitense con nuove sedi a Los Angeles ed Austin. E cerca personale.

Ma indovinate dove è nata? A Firenze, nel 2020, in un antico stabile di famiglia del 1930 adibito a sartoria.

Oggi si chiama Krein ed è la startup MarTech che supporta le imprese del B2B, ha sedi a Firenze, Milano, Mantova e New York ed è alla ricerca di nuove risorse per ampliare il proprio team.

Un tempo nella sede principale in Toscana si realizzavano abiti su misura. Ma assicurano che la nuova realtà è rimasta fedele ai valori originari di cura del cliente e personalizzazione del servizio. La start up aiuta le imprese del B2B nella digitalizzazione con consulenze di marketing cucite ad hoc.

Ad oggi, Krein, come si diceva, galoppa.

Per questo vuole incrementare il  incrementare il personale e aprire nuove sedi ad Austin e Los Angeles, che si aggiungeranno alle agenzie esistenti partner di Houston ed Helsinki, oltre al touchpoint di New York e alle sedi operative di Firenze, Milano, Mantova.

Ma come è nata Krein? Da un’idea di Lapo e Jacopo Chirici e Carmelo Trusso. Il primo con studi in economia-marketing ed esperienze come data scientist, il secondo con un bagaglio professionale in ambito strategia e innovation management, il terzo è ingegnere aerospaziale. Da poco  si sono aggiunti Francesco Perrotta e Francesco Danti, rispettivamente responsabili progetto delle unit Product Design e Digital Marketing.

“Due aziende B2B su tre si scontrano con difficoltà legate alla digitalizzazione – affermano i tre co-founder – Dopo analisi e ricerche approfondite nel campo del marketing digitale, abbiamo identificato un divario significativo nel settore B2B. Sia in Italia che nel resto del mondo, le aziende sono ancora troppo lente nell’adozione di nuove tecnologie per accelerare i processi di buying e selling”.

A supportare l’analisi, il Digital Economy and Society Index della Commissione Europea, secondo cui, dopo la forte spinta alla digitalizzazione causata dalla pandemia circa due aziende B2B su tre (66%) continua a scontrarsi con problemi concreti legati alla digitalizzazione.

“Del resto – proseguono i co-founder – è esperienza comune. Quando si parla dei vantaggi offerti alle aziende dal mondo online si fa quasi sempre riferimento alle sole imprese del B2C. Questa mentalità costituisce una barriera che abbiamo deciso di trasformare in un’opportunità”

Qual è la missione di Krein? “Costruire una nuova prospettiva di digitalizzazione nei settori B2B. Promuovere il proprio prodotto o servizio a potenziali clienti che non sono singoli consumatori, ma altre aziende, può sembrare un percorso dispendioso in termini di tempo e risorse, oltre che ad alto rischio reputazionale. Il processo di vendita B2B è infatti articolato e deve saper garantire un allineamento fra persone e responsabilità. In molti settori, il marketing si fa ancora ‘alla vecchia maniera’: scambio di bigliettini nelle fiere, seguiti da telefonata ed email classica – prosegue il CEO Lapo Chirici – Il rapporto umano è senz’altro fondamentale per instaurare la fiducia necessaria a portare avanti business complessi. Viene spesso sottovalutata la funzione strategica degli strumenti digitali”.

Da qui, la mission di Krein: supportare e accompagnare le imprese B2B nelle

strategie di vendita e individuazione del target, attraverso un processo di ricerca e validazione del mercato, del prodotto e della value proposition.

Al cuore dei servizi offerti, si trovano la Prospect Intelligence, l’Inbound Marketing e l’Experience Design.

L’Inbound Marketing – spiega il CEO – è particolarmente indicato per le aziende B2B che affrontano cicli di vendita lunghi e ad alto valore, offrendo prodotti e servizi knowledge-based, vale a dire basati su conoscenza e informazioni come risorse chiave delle organizzazioni. In questi settori è infatti più probabile che gli utenti desiderino approfondire la propria conoscenza del prodotto/servizio, e collaborare con professionisti altamente competenti. Tutto ciò viene realizzato con un forte impegno nell’armonizzare le tre componenti

fondamentali della nostra attività: le priorità di business, le persone e i processi. Di qui il consolidamento del business, nuove aperture in US e Eurasia e nuove risorse da assumere”. Oggi Krein conta su un team di 25 professionisti, 7 dipendenti su 10 sono donne e l’età media del personale è di circa 30 anni.

I settori a cui la start-up si rivolge includono Clean Energy, Rinnovabili, Life Science, IoT, Aerospaziale e Aviazione, Logistica, Manifatturiero, Finanziario e Fintech.

Krein annovera clienti del calibro di Signify (ex Philips Lighting), McPhy, oltre ad alcuni istituti di Investimento e holding Bancari nazionali ed internazionali, nonché leader globali nel settore Aviazione e Tech Tra gli obiettivi 2023, l’apertura di nuove sedi in US, l’assunzione di 12 nuove risorse e il consolidamento del business. Le posizioni aperte sono: Account Director, HR Manager, Administration Finance & Control Manager, Strategy Manager, Web Designer, Web Developer, B2B Copywriter, CRM manager e Digital Content Specialist, Full Stack Engineer e Full Stack Developer e due Business Development Manager per le location di New York e Texas.

Gli interessati possono consultare le posizioni aperte su https://www.krein.it/careers/ e compilare il form di candidature.

Le sedi di lavoro sono Milano, Firenze con alcuni profili con possibilità di remote working.

“Per il 2023 e 2024 – afferma Lapo Chirici – puntiamo a espandere le nostre attività individuando l’apertura di nuove filiali in corrispondenza di distretti produttivi, nello specifico Austin – Los Angeles – Dallas – Detroit, ed Eurasia. Vi sarà una nuova apertura a Baku prevista per la fine del 2024 e una strategia di scaling attraverso micro-operazioni di M&A. Priorità in agenda: raddoppiare il nostro team e incoraggiare la crescita personale dei nostri componenti. La nostra cultura aziendale

mette al centro il benessere delle persone, promuovendo il work-life balance e l’inclusione”.

Krein è una start-up di technical marketing dedicata all’abilitazione della crescita nei settori B2B altamente ingegnerizzati. Con il suo approccio incentrato sul valore e orientato ai risultati, il team senior vanta oltre 20 anni di esperienza internazionale nel design di strategie digitali per l’industria hi- tech.

C.F.

Leggi anche

Entro febbraio 2024 si cercheranno oltre 23 mila tecnici informatici, telematici e delle telecomunicazioni

Cinzia Ficco

Transizione green e digitale: concorso bandito da Enea per 20 laureati

Cinzia Ficco

Il lato “sentimentale” del passaggio generazionale

Cinzia Ficco