10.5 C
Rome
Maggio 25, 2024
Finanza

Quali sono i benefici delle carte aziendali?

Li rivela uno studio commissionato da Soldo


Soldo è la piattaforma europea di automazione dei pagamenti e delle spese che associa carte aziendali intelligenti, emesse da Mastercard®, con un software di gestione completo.

Davide Salmistraro, country manager Italia Soldo

Oltre 30 mila aziende, da piccole imprese a multinazionali presenti in più di 31 Paesi, utilizzano Soldo per monitorare e controllare le spese.

Con sede nel Regno Unito e uffici aggiuntivi a Dublino, Milano e Roma, Soldo consente ai clienti come Mercedes Benz, Biesse, RAI, Bauli e Brooks Running di spendere i soldi dell’azienda in viaggi e intrattenimento, pubblicità, acquisti, abbonamenti a software, e-commerce e altro ancora. I decisori finanziari possono controllare ogni costo con budget personalizzati ed effettuare il monitoraggio delle transazioni in tempo reale. Inizia a spendere nel modo migliore. Soldo è supportato dai principali investitori mondiali, tra cui Accel, Battery Ventures, Citi Ventures, Dawn, Silicon Valley Bank, Advent International e Temasek.

Ma quali sono in concreto I benefici del fintech Soldo?

Un recente studio Total Economic Impact™ di Forrester Consulting, commissionato da Soldo, mostra ritorni dell’investimento vicini al 360% e un risparmio economico di 137mila euro

L’analisi è stata effettuata sui processi di pagamento di quattro grandi aziende europee, di cui due italiane, che nell’ultimo quadriennio hanno scelto di sostituire metodi pagamento più tradizionali con carte Soldo.

I vantaggi, in primis economici, della digitalizzazione sono questi: +358% di ritorno dell’investimento e un risparmio netto di 137mila euro in tre anni per un’organizzazione composita rappresentativa dei clienti intervistati.  Non solo: sostituendo le carte di credito e debito tradizionali emesse dalle banche, l’uso di un fondo cassa o l’anticipo delle spese da parte dei dipendenti, la gestione manuale della rendicontazione mensile e con fogli di calcolo, le aziende hanno ridotto i comuni reclami sui rimborsi, i tempi lunghi dedicati alle attività di reporting e i ritardi nella distribuzione dei fondi. E ancora, i benefici principali dell’investimento in Soldo hanno incluso migliore efficienza e autonomia per i dipendenti; maggiore produttività e flessibilità per i responsabili finanziari, operativi e di reparto; una più rigorosa e benefica aderenza alle politiche aziendali sulle spese e soprattutto un migliore controllo a tutto tondo sulle spese aziendali.

“La scelta di innovare un settore così cruciale come quello amministrativo ancora troppo spesso arriva tardi nelle aziende – commenta Davide Salmistraro, Italy Country Manager di Soldo – Digitalizziamo e automatizziamo tutto, tranne che questo tassello capace di incidere su ogni altro. Crediamo che l’esperienza delle quattro grandi imprese, tracciata nell’arco di un triennio dall’implementazione, ci insegni che i vantaggi sono spalmati su gran parte dell’organigramma: in primis i reparti di amministrazione e controllo, finanza e tesoreria, poi i dipendenti e infine tutti i reparti operativi.”.

Entrando nel dettaglio, il primo grande beneficio è il risparmio di tempo dei responsabili finanziari/amministrativi, con un valore pari a quasi 100mila euro.

L’utilizzo di tecnologie Soldo ha ridotto del 62% il tempo che i responsabili dovevano dedicare alle note spese, lasciando loro spazio per attività e progetti a valore aggiunto, dell’80% per la compilazione dei reporting mensili e loro approvazione, e infine del 50% per il tempo dedicato alla verifica dell’allineamento tra fondi e spese aziendali 

 Sul fronte dipendenti, il risparmio di tempo nella gestione delle spese ha un valore pari a oltre 73.400 euro sul singolo triennio. La ricerca ha infatti registrato un risparmio superiore al 50% del tempo dedicato in precedenza all’invio delle note spese, che si traduce in una media di 48 minuti in meno per nota spesa rispetto al passato. 

Infine, ci sono i reparti operativi, con un risparmio sui tempi per la gestione di cassa che supera i 1.300 euro, grazie alla possibilità di emettere in un clic carte virtuali – temporanee e non – al posto dei contanti, per dipendenti e collaboratori esterni, recuperando una somma di tempo di circa 50 ore all’anno

Ma soprattutto, Soldo assicura una serie di vantaggi non quantificati direttamente dalla ricerca. La maggior parte degli intervistati, prima dell’introduzione dei sistemi Soldo, non aveva alcuna supervisione delle spese aziendali finché non riceveva gli estratti conto bancari: un vero cambio di passo, per le quattro aziende, avere una visibilità immediata su tutte le transazioni, i fondi e le spese complessive a pieno vantaggio di una migliore pianificazione e flessibilità nella gestione dei bilanci.

Inoltre, per tutti gli intervistati, la possibilità di gestire carte, fondi e budget in tempo reale è una delle funzionalità più preziose di Soldo, capace di rendere i processi aziendali più rapidi e flessibili, specialmente quando si tratta di integrare fondi, emettere o sbloccare carte all’istante o fornire carte virtuali temporanee per esigenze di spesa occasionali e assistere i dipendenti nelle trasferte.

Migliorata poi l’aderenza alle policy di spesa aziendali, con la mitigazione dei rischi di frodi, furti e utilizzo inadeguato di denaro grazie all’eliminazione dell’uso del contante.

L’ultimo grande beneficio emerge poi sul tema della gestione dei dipendenti e loro soddisfazione: l’accresciuta responsabilizzazione e autonomia di ognuno e il vantaggio di non dovere più utilizzare il proprio denaro o i contanti per effettuare pagamenti hanno migliorato flessibilità e mobilità, promuovendo inoltre la sensazione di sicurezza finanziaria dei dipendenti da parte della propria azienda.

La Redazione


Leggi anche

“Finanza alternativa e straordinaria: vantaggi per le pmi? Solo se c’è un piano”

Cinzia Ficco

Prodotti finanziari: i consigli di due esperti per diventare investitori più responsabili

Cinzia Ficco

Acri, eletto presidente Giovanni Azzone (Fondazione Cariplo)

Cinzia Ficco