17.2 C
Rome
Aprile 12, 2024
Innovazione

Nautica, Il Bolide 80? Disegnato e realizzato in Italia

Lo yacht più veloce al mondo? Progettato da Brunello Acampora, design noto a livello mondiale


Bolide 80: il primo Hyper Muscle Yacht della gamma, nato dall’esperienza del fondatore Brunello Acampora (in foto) e del suo team internazionale di designer ed ingegneri, ha lasciato l’Hangar 4 di Victory Marine (https://victory.it/) a Tombolo (Pisa) per completare lo shake-down con commissioning dell’apparato propulsivo completo.

Victory https://victory.it/, eccellenza del mondo high performance e bandiera del Made in Italy, ha costruito interamente in house Bolide 80, il primo Hyper Muscle yacht di una gamma limitata. 9 più 1 esemplari, numerati per ogni modello, in un range che va dai 60 ai 170 piedi.

Bolide 80 è un capolavoro full carbon, realizzato con materiali hi-tech, come la fibra di carbonio prodotta da Microtex e speciali sistemi strutturali custom forniti da Diab.

La barca ha superato tutti i target di progetto in termini di: velocità massima – oltre 70 nodi – velocità di crociera e anche alle andature intermedie.

Il campano Brunello Acampora in alto. Sotto il disegno del Bolide. (di Blue Passion Photo)

“Il primato, non ufficiale, di yacht più veloce del mondo è stato conquistato immediatamente e senza sforzo – commenta Massimo Bruni, Victory Design Technical Manager. La carena multi-stepped – rigorosamente made in Victory – in navigazione genera una resistenza d’attrito ridottissima perché scivola su un’emulsione di acqua ed aria, come nessun altro scafo – nemmeno con i waterjet può fare- superando i 70 nodi”.

Nei test in mare, effettuati fra Livorno e Marina di Pisa, Bolide 80 ha dimostrato di abbattere i consumi litri/miglio di un terzorispetto a qualsiasi yacht di pari lunghezza a parità di velocità, tenendosi su circa 10litri /metri a velocità di crociera. All’aumentare dello scarto di velocità inoltre, i consumi risultano dimezzati.

Per la guida di Bolide 80 due timoni indipendenti che lavorano come nei sistemi con foiling e consentono di gestire la barca in modo sicuro anche a velocità elevate.

Bolide ha un sistema propulsivo brevettato T-Drive by Flexitab & TS, con flap in composito by Flexitab.

Ancora una volta Brunello Acampora è riuscito a far incrociare, stile, innovazione e sostenibilità. Non siamo ancora al suo sogno, ma ci stiamo avvicinando.

“Immagino – aveva detto in una intervista il campano Brunello, uno dei più noti designer di imbarcazioni a livello internazionale – di disegnare un giorno un moderno motorsailer, capace di emozionare, a vela, in modalità realmente 100% green, spinto solo dal vento e forse con dei foils, ma anche in grado di navigare in maniera efficiente, con propulsione ibrida avanzata, a velocità sufficientemente elevate, oltre i venti nodi. Sembra un’utopia, ma il mondo della Vela e del motore dovranno prima o poi riunirsi per forza».

Di lui si sa che l’attrazione per la velocità è nata nel 1975 quando suo padre compra una delle imbarcazioni più veloci presenti sul mercato all’epoca: il “Drago”, il day cruiser diesel, progettato da Renato Sonny Levi, che ispirerà tutto il suo futuro lavoro.

La Redazione

Leggi anche

“Il nostro mare pulito? Merito anche di Aqp. Entro il 2030 le perdite si ridurranno al 37%”

Cinzia Ficco

Come il digitale può rendere più competitiva l’industria manifatturiera?

Cinzia Ficco

Nasce il Consorzio Affumicatori Maestri Italiani per tutelare i consumatori

Cinzia Ficco