12.5 C
Rome
Aprile 20, 2024
FocusInnovazione

Good business tra istituzioni, imprese, ricerca e società civile. Domani a Milano

Si tratta della seconda convention organizzata dal CUEIM, che riunisce 27 atenei

Dopo quella de L’Aquila, dedicata alla Twin Transition, domani si terrà a Milano – presso la Chiesetta di San Carlo alle Rottole in via Palmanova e online – la seconda convention tematica, territoriale di impatto nazionale, organizzata dal CUEIM nell’ambito del progetto “Cultura e formazione per un futuro sostenibile”, finanziato dal MASE.
Il Consorzio Universitario di Economia Industriale e Manageriale, formato da 27 università, per l’occasione presenterà i vantaggi per gli aderenti alla Community degli Attori della Sostenibilità.

Il titolo della convention sarà “Dialoghi sulla Sostenibilità. Nuovi percorsi narrativi per una community sostenibile. Nella giornata si svolgerà anche un intervento accademico, un living Lab con rappresentanti di Istituzioni, Università e Ricerca, Società Civile e Impresa finalizzati a raccogliere spunti di riflessione e formazione sui temi che vanno nella direzione del Good Business e un dibattito sulla possibilità di dialogo tra attivisti e CdA aziendali.

Ad aprire la giornata, ci sarà Anna Bombonato del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Direzione Generale Economia Circolare.

Il bando del MASE per la promozione della “Cultura per la sostenibilità” (2023) ha reso possibile questa progettualità che, inserita nell’ambito di altri 23 progetti vincitori, contribuisce alla messa a terra della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS), apportando elementi di rilievo su quegli aspetti che riguardano in particolare lo sviluppo e la diffusione di un sapere comune e, di conseguenza, di un approccio multi-attoriale. A partire dal 2019, il MASE ha facilitato la creazione del Forum Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, luogo permanente di incontro di influenze, energie, comunità e progetti a beneficio di una migliore elaborazione e attuazione della Strategia e al quale è sempre possibile aderire (forumsvs@mase.gov.it).

Il sostegno al progetto e a questo incontro trae origine dalla stessa volontà di accogliere e ampliare la comunità di attivatori della sostenibilità attraverso processi di aggregazione e coinvolgimento, caratterizzanti e di qualità.

Il progetto mira a far conoscere la costruzione di un network, una community nazionale e multiattoriale di stakeholder che condividano modelli ed esperienze replicabili per un percorso verso la sostenibilità più semplice, efficiente e competitivo. Abbiamo per questo attivato la costruzione di una piattaforma online di capitalizzazione multi-attoriale, percorsi di diffusione della conoscenza sulla Cultura della Sostenibilità, una serie di eventi tematici sui temi della Sostenibilità, tra cui questa tappa milanese, e una pubblicazione finale su attività e risultati raggiunti – afferma Gaetano Zarlenga, Direttore del CUEIM – Nell’individuazione dei principali attori, insieme ai quali realizzare il percorso verso la diffusione della Cultura della Sostenibilità, crediamo fondamentale costituire un rapporto di stretta collaborazione con l’approccio della quadrupla elica, coinvolgendo quindi il mondo della Ricerca, le Componenti Istituzionali, l’Industria e la Società Civile. Saranno loro gli attori chiamati a collaborare alla costruzione di ecosistemi innovativi e sostenibili.”

Proprio con la volontà di permettere lo sviluppo di azioni e approcci ai problemi basati sul co-design di idee e soluzioni, ci saranno momenti di confronto e brainstorming tra i  presenti. Tra i primi confermati per il mondo Università & Ricerca Gabriella Calvano, Ricercatrice Uniba, co-coordinatrice del Gruppo di lavoro Educazione della Rete delle università per lo sviluppo sostenibile (Rus), Claudio Baccarani, Emerito di Economia e Gestione delle imprese  e  Federico Brunetti, Professore Ordinario entrambi presso il Dipartimento di Management dell’Università di Verona. Per le Istituzioni Alessandro Sicchiero, Sindaco di Chieri.

Dal mondo dell’Impresa Paolo Braguzzi – Autore de “L’impresa for good” e, Autore de “L’impresa for good”, Member Of The Supervisory Board B Lab Europes e  Giulia Detomati, Ceo e fondatrice di Invento Innovation Lab.  In rappresentanza dei  Giovani e della Società Civile Sebastiano Michelotti, Political Advisor and Communication Strategist in Consiglio Regionale Veneto e attivista, tra i fondatori di Fridays Italia, e Pier Maria Minuzzo, HR Advisor.

Durante la mattinata, dopo una riflessione di Baccarani sul suo ultimo testo “Conchiglie per il management. Parole e pensieri per l’impresa armonica” e l’intervento di Brunetti dedicato al tema della sostenibilità come percorso multi-attoriale, si terrà un dibattito tra Paolo Braguzzi e Sebastiano Michelotti che servirà ad analizzare vantaggi e resistenze da superare nell’instaurazione del dialogo tra i CdA aziendali e l’attivismo: una strada percorribile, un’utopia o un esperimento pericoloso?

“Tra i vantaggi che offre l’adesione alla Community degli Attori della Sostenibilità, c’è la possibilità di entrare a far parte di una mappa interattiva visibile a tutta la Community e al pubblico della piattaforma, per mettere in evidenza le good practice, i progetti e gli eventi della propria organizzazione sui temi della sostenibilità.

L’adesione garantirà poi  la possibilità di accedere ai contenuti della The Good Business Academy, sui temi del modello di impresa for good orientata a un impatto positivo e sostenibile sulla società, con i contributi di docenti ed esperti del mondo dell’Università, della Ricerca e dell’Impresa”.

Nel pomeriggio Claudia Laricchia, Co-founder e Presidente di SMILY Academy, racconterà il progetto che vedrà 30 talenti, selezionati dal primo acceleratore al mondo finalizzato a creare imprese giovanili sostenibili. Saranno portati  20 project work da sviluppare nel terreno fertile in cui Jadav Molai Payeng, conosciuto come The Forest Man of India, ha piantato una foresta grande quanto 13 campi da calcio in 40 anni. 

Per visionare il programma completo e registrarsi alla convention, visita QUI il sito del progetto Cultura e Formazione per un Futuro Sostenibile.

È possibile candidarsi a far parte Community degli Attori della Sostenibilità o richiedere maggiori informazioni contattando il seguente indirizzo: info@culturaeformazioneperunfuturosostenibile.it

La Redazione


CUEIM 

Si tratta di una rete multipolare nata nel 1982: patrimonio di conoscenze e competenze. Il CUEIM – Consorzio Universitario di Economia Industriale e Manageriale, è un ente di ricerca senza fini di lucro, a base associativa, costituito nel 1982, che raggruppa università e qualificati soggetti pubblici e privati, con l’obiettivo di diffondere le conoscenze e le competenze accademiche a sostegno dei processi di sviluppo socio-economico del territorio per la costruzione di un futuro sostenibile.

Sin dalla sua fondazione, il CUEIM si è impegnato a sviluppare una “struttura aperta”, all’interno della quale il mondo accademico, delle istituzioni e delle imprese potessero incontrarsi in una prospettiva di tipo sinergico e complementare, nella costruzione di condizioni di sostenibilità economica, sociale e ambientale. In quarant’anni di attività, l’azione del CUEIM si è concretizzata attraverso interventi di ricerca, formazione, divulgazione e servizi di consulenza, a supporto di organizzazioni pubbliche e private, contribuendo alla valorizzazione e allo sviluppo socioeconomico dei territori in cui ha operato. Il CUEIM è network internazionale aperto, nell’ambito del quale collaborano università italiane e straniere, enti pubblici locali, organizzazioni private e centri d’innovazione, associati e non, che agiscono sui territori, per la produzione e diffusione di benessere.

Nella consapevolezza dell’urgenza di realizzare una transizione verso modelli economici in grado di rispondere alla crisi di sostenibilità in corso è nata THE GOOD BUSINESS ACADEMY

Leggi anche

Simone Miraglia: “Ora dati più sicuri con il Caveau informatico”

Cinzia Ficco

Immobiliare del lusso: il modello fiorentino fa scuola a Harvard  

Cinzia Ficco

Gomma Plastica: accordo per avere più voce in Europa

Cinzia Ficco