18 C
Rome
Giugno 12, 2024
LibriMarketingUncategorized

“Se puntate al Personal Branding, scegliete TikTok. Con 20 consigli”

Parla Lucia Guerra, che alla videoplatform ha dedicato due libri. La studia dal 2020


Un’app per ballare e cantare in compagnia? Non solo, da qualche anno, anche un efficace strumento di marketing.

A dichiararlo, Lucia Guerra (pugliese, ’81), in foto, residente a Milano, una digital marketing strategist, formatrice e speaker, che ha iniziato a studiarlo durante la pandemia, tanto che gli ha dedicato due libri e tra breve un’Academy.  

Di TikTok, si perché è di questa video platform che parliamo,  Lucia dice di aver scoperto potenzialità e costi, ma anche i trucchi per farla diventare un veicolo potente e utile a chi venda prodotti e servizi e abbia bisogno di un po’ di traffico .

Così quello che viene erroneamente definito social – e lei lo sottolinea spesso – ma è solo una piattaforma su cui caricare video, è diventata la sua arma vincente, lo strumento per riuscire a ben posizionarsi a patto che si seguano venti consigli.

Dunque Lucia, TikTok una scoperta, oltreché una passione redditizia.

“Esatto, soprattutto per chi voglia puntare al suo personal branding – afferma-   Studio questa piattaforma di intrattenimento  dal 2020,  c’è ancora tanta confusione, ma oggi sono in grado di spiegare come partire col piede giusto e ottenerne vantaggi. Per mettere le mani in pasta, come spesso dico ai miei studenti, bisogna iniziare tramite la piattaforma che TikTok ci mette a disposizione: TikTok Ads Manager. Nei mei corsi faccio vedere cosa impostare prima di partire e come creare una campagna pubblicitaria su TikTok Ads. Non sempre avere copy e immagini basta. Qui le cose sono diverse: abbiamo bisogno di video, tanti video e di copy mirati, sintetici, che attirino l’attenzione di quella che è la Generazione Z, il target principale di questa piattaforma. Anche se i numeri si stanno spostando sempre più verso una fascia di età adulta. Nel mio nuovo libro (La pubblicità su Tik ToK. 20 consigli per creare una campagna di successo per te e per i tuoi clienti) dico come si sta evolvendo TikTok e quindi come adattarsi. Nel primo libro, invece, ho parlato di TikTok Advertising come app del momento per creare campagne efficaci. Infatti il titolo parla da sé (TikTok Ads: come creare campagne performanti con l’app del momento). L’ho scritto nel 2021,  l’app era neonata e non aveva sviluppato quella potenza di fuoco che ha ora e che ho analizzato in questi anni. Le immagini che si trovano nel secondo libro appartengono ai miei account e a clienti che attualmente gestisco e  ho portato su TikTok Ads appena la società mi ha dato gli accessi. Con il mio libro cerco di condividere con il lettore la mia esperienza fra le prime persone ad aver usato l’advertising. La prima parte è di taglio strategico, nella seconda, più tecnica, viene illustrato in dettaglio l’utilizzo del tool Advertising per la creazione di campagne”.

Tik Tok, dunque,  piattaforma per la condivisione di mini video digitali, spesso considerata un passatempo per adolescenti, si sta invece rivelando uno strumento di marketing di grande efficacia ed enormi potenzialità, capace di garantire alle aziende un brand positioning forte e solido nel tempo.

Lucia ha iniziato quattro anni fa quando TiKToK ha cominciato a sperimentare la piattaforma adv e cercava cavie che potessero utilizzarla.

“Io – ci racconta Lucia – sono stata una delle prime ad avere l’accesso al TikTok Ads manager per testare la piattaforma advertising. Ci lavoro da marzo 2020, e ho capito che per iniziare a guadagnare serve tempo, devi testare. Ho iniziato a parlarne ad eventi ad ottobre 2021 e a vendere  servizi  adv su TikTok subito.  Mi contattano spesso tramite Linkedin, al momento seguo settori differenti, dall’immobiliare alla formazione aziendale, alla sostenibilità, al dating, ai servizi funebri, fino al settore farmaceutico.  Gli unici settori che non seguirei sono quelli legati al  marketing. Ho clienti anche in Spagna. La maggior parte di chi cerca la mia consulenza, utilizza i social, piuttosto male. Tik Tok quasi per niente.  In tanti tutti utilizzano Meta, Instagram, Linkedin per il b2b e pochissimi Tiktok. In genere non si sostituiscono tra di loro, forse vanno ad aggiungersi, ma dovrebbero essere utilizzati sempre dopo un’attenta analisi di mercato e una strategica. Non tutti possono permettersi  – e lo dico parlando di costi e brand-  di andare su Tiktok o Instagram o Meta: si devono valutare fattori come il prodotto/servizio, il budget, la propensione ai social e tante altre variabili. Linkedin migliore di TiKToK per sponsorizzarsi da liberi professionisti o imprenditori?  Sono due canali assolutamente diversi. Tiktok è focalizzata sui video, su una comunicazione più spinta e divertente, con un target differente rispetto a Linkedin, che è un b2b formato da aziende e professionisti, alla ricerca di posizionamento, condivisione di idee e anche lavoro. No, assolutamente non si possono paragonare”.

Cosa chiedono i clienti? “Di vendere  velocemente e tanto perché hanno sentito dire che TikTok vende”, ma bisogna fare delle attente valutazioni. TikTok è una piattaforma di intrattenimento che sta vendendo molto grazie a strumenti come TikTok shop, i creator che sono figure diverse dagli influencer, e anche perché il target permette di spendere senza esitazione. Noi più grandi per non dire dei boomer siamo comunque restii ad acquistare su una piattaforma perché non ci fidiamoci clonano la carta, la nuova generazione su TikTok compra senza perplessità. Quindi è su questa piattaforma che bisogna puntare”.

Da dove si inizia per guadagnare con Tik Tok Ads? “Premessa: su tiktok non si guadagna molto, a meno che tu non sia un grande creator. O almeno non si guadagna subito. Fino a poco tempo fa la piattaforma pagava per le views, ma i guadagni erano bassissimi. TikTok può essere usato come strumento per promuovere la propria attività, fare branding e anche vendere, dopo aver fatto un bel piano di posizionamento. Poi ci sono i creator che si fanno pagare per sponsorizzare il tuo prodotto e, solo dopo, in base alla popolarità e alla bravura del creator, arrivano i numeri importanti”.

Quali sono gli errori che si commettono spesso? “Scegliere la piattaforma prima di avere una strategia.  Prima di accedere e sponsorizzarsi, bisogna creare un piano che almeno su carta funzioni”.

Tra i venti consigli, quali sono quelli basici? “Nel mio secondo libro “La pubblicità su TikTok” ne offro  20 per usare TikTok ads al meglio, ma qui mi limito a darne tre che sono: Uno. Affidatevi a degli esperti del settore, non provate voi da soli. Due. Spendete in primis tempo, risorse e soldi nell’elaborare una strategia per far sì che poi il posizionamento sia solido. Tre. Non pensate di testare per vedere cosa succede.  E’ sbagliato! Datevi il tempo necessario per misurare i risultati, e misurate. Per avere dei risultati su cui ragionare ,bisogna testare e a volte servono anche vari mesi per capire se si è sulla strada giusta”.

I costi per un imprenditore? “TikTok costa, e tanto. La creazione di contenuti organici, UGC, challenge e ads è costosa, se la confrontiamo con quella su Meta o Instagram. Se usato male, come ogni canale, può creare danni.  Su TiK Tok, è bene ricordarlo,   si lavora solo con i video, le immagini sono fortemente sconsigliate”. Realtà che hanno ottenuto ottimi risultati con TikTok? “Fastweb, che ha voluto in qualche modo aumentare i contatti (lead) usando uno degli strumenti che fornisce TikTok e cioè il form integrato. Con alcuni video è riuscita a generare dei contenuti  altamente ingaggianti e autentici, prodotti da creator, sponsorizzati come Spark Ads. I risultati? Una riduzione del 38% del costo per lead, una riduzione del 10% del cpm, un aumento del 47% del ctr   Luiss, ateneo digital che tutti conosciamo. Anche loro hanno utilizzato la stessa funzione di fastweb ed hanno ottenuto, con dei mini video, degli ottimi risultati in termini di contatti: una riduzione del 70% del costo per lead, 25M  impression.

https://www.tiktok.com/business/it/inspiration/fastweb

https://www.tiktok.com/business/it/inspiration/luiss

Quando parte la tua academy? “Ho organizzato il primo webinar gratuito dove poi lancerò un mio primo corso su TikTok ads e tiktok. Ma ci saranno altre novità”.

C.F.

Leggi anche

Il 2 maggio esce Il Management dell’Incertezza

Cinzia Ficco

Neuromarketing: i cinque consigli per fare centro

Cinzia Ficco

“Il servizio eccellente? Interattivo ed emotivo”

Cinzia Ficco