8.7 C
Rome
Aprile 20, 2024
Management

Salute in azienda: fra i trend del 2024, i benefit legati alla menopausa

Negli Usa si mettono a disposizione stanze per recuperare notti insonni


Prendersi cura del benessere fisico e mentale dei singoli dipendenti sarà la priorità dei leader d’impresa di tutto il mondo.

Le prime conferme in merito giungono da un recente report diffuso dall’app Benefits Pro, secondo cui quasi 8 leader d’impresa su 10 negli USA (76%) considerano i cosiddetti health benefits prioritari perché una forza lavoro in salute è, allo stesso tempo, una forza lavoro felice e, di conseguenza, anche produttiva ed efficiente. Il trend coinvolge anche l’Europa.

A questo proposito, nel Regno Unito il 47% degli imprenditori incrementerà i propri investimenti in strumenti e servizi utili a garantire il benessere dei singoli professionisti.

E in Italia? Un’indagine ripresa da Assinews, quotidiano assicuativo, mette in risalto il fatto che nel 60% delle organizzazioni del made in Italy, le polizze assicurative più attivate sono quelle relative al rimborso delle spese mediche.

Ne sanno qualcosa quelli di Tantosvago, https://business.tantosvago.it/, realtà milanese attiva nel mondo del welfare, che mette a disposizione di aziende ed organizzazioni OKaring. Si tratta di una piattaforma digitale che consente ai singoli lavoratori di spendere i buoni welfare in prestazioni inerenti alla salute e alla previdenza dei propri figli e anziani a carico.

“La salute è un diritto e, in quanto tale, deve risultare sempre una priorità all’interno di ogni ambiente, anche lavorativo – afferma Matteo Romano (in foto), CEO di Tantosvago – I numeri non mentono: i leader hanno a cuore la salute dei loro dipendenti. Crescono per questo le soluzioni e gli strumenti welfare centered come assicurazioni sanitarie che prevedono programmi o piani personalizzati ed integrati per il personale. Entrando più nel dettaglio, il portale risulta molto utile per soddisfare le esigenze di genitori con figli di tutte le età o per chi si prende cura di un familiare non autosufficiente”.

Restando sui benefit aziendali, i trend del 2024 prevedono l’utilizzo sempre più massiccio della telemedicina. Ogni lavoratore potrà consultare il proprio medico da remoto, senza il bisogno di chiedere permessi o effettuare spostamenti anche scomodi dal punto di vista geografico.

Un’altra tendenza da approfondire riguarda i cosiddetti menopause benefit. E questo perché la menopausa in quanto tale genera sintomi correlati come confusione mentale e disturbi del sonno e, di conseguenza, ha effetti negativi anche sulle performance lavorative.

Ci stanno pensando negli USA, dove si mettono a disposizione delle professioniste delle rest room per recuperare le energie perse nelle notti insonni.

Non è tutto. I leader d’impresa prevedono persino forme di copertura per la medicina di precisione con l’obiettivo di aiutare i loro dipendenti, i quali vogliono ricevere informazioni dettagliate per curare in tempo determinate malattie.

Per ultimi, ma non meno importanti, ci sono i mental health benefit. Per gli employer di tutto il mondo cresce sempre più l’esigenza e la volontà di garantire professionisti del settore come terapisti e psicologi a supporto dei propri lavoratori per garantire loro supporto in caso di necessità.

La Redazione

Leggi anche

Luigi Consiglio: vi presento i Campioni d’Italia

Cinzia Ficco

Fabio Cusin nominato Ceo di Blu Lion

Cinzia Ficco

Diplomatico, stratega, analista o pioniere: quale middle manager del Terziario sei?

Cinzia Ficco