15.2 C
Rome
Luglio 20, 2024
Azienda TopEvoluzione

Forever Bambù avvia oggi la nuova raccolta aperta a tutti gli investitori

Lo annuncia Mario Lajo, ad della realtà che ad ottobre si quoterà alla Borsa di Parigi

Confermata la quotazione per ottobre su Euronext a Parigi. Nello stesso tempo annuncia di aver raccolto in pochi giorni, anticipando i tempi, l’operazione di lending crowdfunding o prestito peer to peer da 850 mila euro promosso e riservato ai propri Soci, sulla piattaforma Crowdlender di Opstart. Ora parte per un altro obiettivo.

Parliamo di Forever Bambù, la prima iniziativa italiana che coniuga una filiera strutturata con l’attenzione per il pianeta e  i territori attraverso la coltivazione del Bambù Gigante. www.foreverzeroco2.it

Chiusa a tempo record in soli sette giorni questa prima operazione, si apre ora una seconda campagna da mezzo milione, mirata all’ingresso di nuovi capitali in azienda e aperto anche ai non Soci.

L’azienda, che non è nuova a raccolte dedicate agli investitori retail, è stata protagonista di diverse campagne di equity crowdfunding per circa 25 milioni di euro, raccolti in gran parte su Opstart: una cifra record a livello italiano ed europeo. 

Per sostenere il nuovo piano di sviluppo, l’azienda ha in parallelo messo in vendita un terreno – oggetto di garanzia della campagna di lending crowdfunding- ubicato a Castiglione della Pescaia (Toscana).

Con la vendita dell’appezzamento – non più strategico per le nuove normative vigenti, che prevedono la realizzazione di opere strutturali non necessarie per le coltivazioni di bambù – entrerà nelle casse della società milanese circa 1 milione di euro, che andrà in parte a rimborsare capitale e interessi del finanziamento in corso.

Forever Bambù, infatti, potrà disporre dei capitali ricevuti attraverso l’operazione di lending crowdfunding in tempi brevi e senza bloccare i progetti di sviluppo dell’azienda, per poi rimborsare capitali e interessi agli investitori non appena verrà finalizzata la vendita del terreno. 

Confermata, come si diceva, anche la quotazione per ottobre su Euronext a Parigi, il nuovo segmento che è risultato essere il più giusto per Forever Bambù sulla piazza europea. 

“Il prestito ponte è una opportunità straordinaria posta in essere da Opstart – commenta Mauro Lajo, AD di Forever Bambù Questo innovativo strumento ci consente di disporre di quella liquidità che altrimenti avremmo potuto avere dopo 6-8 mesi dall’attuale operazione di alienazione di un nostro appezzamento di terreno. Nell’attuale momento di mercato, poter contare su cassa da investire nella crescita nella nostra proposizione di mitigazione della carbon footprint, della CO2, nel nuovo corso di formazione per Carbon Manager, alle consulenze e agli altri importanti progetti che abbiamo avviato, nella trasformazione circolare della fibra del bambù in tessile, bioplastica o bioarchitettura.”

“Forever Bambù si dimostra ancora una volta un’azienda pioniera della finanza alternativa e dell’innovazione” –  aggiunge Giovanpaolo Arioldi, CEO di Opstart Grazie all’utilizzo studiato di equity, lending e finanziamenti ponte o bridge in lending crowdfunding sulla nostra piattaforma, è riuscita a raccogliere capitali in modo semplice e veloce a seconda dell’esigenza, dando motore alla crescita senza fermare lo sviluppo delle proprie progettualità. Una mentalità vincente, come dimostra anche la risposta sempre pronta degli investitori, che credono nell’azienda e in quello che propone con entusiasmo”.

Nella foto a sinistra Mauro Lajo di Forever Bambù e a destra Giovanpaolo Arioldi di Opstart.

Forever Bambù è dal 2014 la prima iniziativa 100% made in Italy che recupera terreni abbandonati, li lavora e li piantuma con un esclusivo protocollo agroforestale biologico e simbiotico per trasformarli in foreste di bambù gigante. Unica azienda del settore ad aver certificato le proprie foreste per l’assorbimento di CO2 cedibile ad imprese terze inquinanti, ha quindi sviluppato su questa specificità un modello di economia circolare basato sulla compensazione della CO2 certificata e poi sull’utilizzo della biomassa per la bioedilizia e per la produzione di bioplastica. A questi servizi ne sono stati integrati altri complementari alla redazione del bilancio di sostenibilità e al rispetto dei parametri ESG nei suoi molteplici aspetti. Forever Bambù è diventata dal 2021 Società Benefit, riunendo 29 società agricole di cui 7 start up innovative per 250 ettari, piantumati con 198.000 piante, con la partecipazione di oltre 1650 soci provenienti da tutta Europa. Dopo anni di campagne di crowdfunding di successo e oltre 32 milioni di euro di capitale sociale versato, Forever Bambù ha oggi intenzione di intraprendere la strada per la quotazione in Borsa, la prima società di creazione e gestione di foreste a scopo industriale a valutare questa strategia di crescita.

La Redazione

Leggi anche

Federica Angelantoni: “La nostra sfida? Produrre alta tecnologia a Massa Martana, nel Perugino”

Cinzia Ficco

Marina Nissim imprenditrice dell’Anno 2023 per Ey

Cinzia Ficco

Nasce il Consorzio Affumicatori Maestri Italiani per tutelare i consumatori

Cinzia Ficco