13.6 C
Rome
Giugno 12, 2024
Focus

Più aziende eccellenti al Nord, aumentano crescita, occupazione e investimenti in R&D

Sono i risultati della XIV edizione dell’OsservatorioPMI®, presentati oggi nel corso di un convegno


Prevalenza delle aziende eccellenti nel Nord Italia, maggiore incidenza del comparto manifatturiero (70%), eccezionale capacità di crescita, aumento dell’occupazione, elevato tasso di reinvestimento, destinazione di una quota rilevante del fatturato in R&D, orientamento all’internazionalizzazione, diffusa presenza di una strategia ESG.

Sono i risultati della XIV edizione dell’OsservatorioPMI®, presentati oggi nel corso di un convegno intitolato LA METAMORFOSI DELLE AZIENDE FAMILIARI: evolvere fra tradizione, capitale umano e intelligenza artificiale, organizzato con la sponsorship di Azimut, la collaborazione di Assolombarda e il sostegno di Confindustria.

A presentare i dati, Global Strategy, società di Consulenza Strategica e M&A focalizzata sulle aziende familiari, che dal 2009 conduce l’OsservatorioPMI®, uno studio finalizzato ad analizzare e monitorare il panorama delle Mid-Cap italiane, evidenziando i casi di eccellenza. La selezione si basa su una metodologia ormai consolidata che, partendo dai dati di bilancio degli ultimi 5 anni di oltre 70.000 aziende italiane, ha identificato tra quelle che fatturano tra i 25 e i 250 milioni, 745 aziendeEccellenti” , ossia in grado di superare stringenti parametri di performance economico-finanziaria rispetto al proprio settore di riferimento. Queste aziende si sono distinte per la capacità di superare la pandemia e le tensioni geopolitiche internazionali, trovando nei momenti di incertezza un nuovo slancio.

“Investimenti, innovazione e internazionalizzazione si confermano la ricetta giusta per il successo – ha affermato nel corso della presentazione dei risultati Stefano Nuzzo, Equity Partner di Global Strategy, – e l’adozione delle nuove tecnologie come l’IA potrà costituire l’opportunità per far evolvere i modelli di business andando oltre le semplici ottimizzazioni dei processi”.

Il tema centrale dell’edizione di quest’anno è proprio la “METAMORFOSI DELLE AZIENDE FAMILIARI”,  discussa con alcuni imprenditori eccellenti ed esponenti di spicco della business community (Antonio Chicca – Managing Director Azimut Direct, Giulia Castoldi – Delegata del Presidente per le Imprese Familiari Assolombarda, Agostino Santoni – Vice Presidente Cisco Sud Europa, Antonio Calabrò – Presidente Museimpresa e Fondazione Assolombarda, Alberto Baban – Presidente VeNetWork, Paolo Gerardini – Presidente Piccola Industria Assolombarda, Alessandro Curioni – Fondatore Di.Gi. Academy, Michele Grazioli – Fondatore e CEO di Vedrai, Mirko Bragagnolo – Vice Presidente Piccola Industria Confindustria).

Le ricerche dell’Osservatorio hanno anche rilevato: fiducia riposta dalle aziende verso l’IA (vista come una grande opportunità dal 43% degli imprenditori), ma limitata conoscenza del tema (solo il 19% dichiara di avere una buona familiarità con queste tematiche), volontà di realizzare soluzioni basate su IA (80%), anche se le aree di applicazione sono limitate soprattutto al miglioramento dell’operatività e produttività (93%) e difficilmente affiderebbero all’IA scelte critiche aziendali (3%), difficoltà a livello tecnico (es. sicurezza e privacy per il 46%) e organizzativo (mancanza di competenze per il 43%) che le aziende Eccellenti sono consapevoli di dover affrontare per poter implementare l’IA in azienda, rischio limitato per gli imprenditori eccellenti che l’IA possa sostituire le risorse umane (che anzi diventeranno più strategiche per il 51% degli imprenditori).

“La tecnologia offrirà indubbiamente grandi opportunità nei prossimi anni, che le aziende devono imparare a gestire, sviluppando adeguate competenze e investendo sulle risorse umane, che costituiranno sempre più il vero valore differenziante”, è stato il commento di Antonella Negri-Clementi, CEO e founder di Global Strategy.

“Con Global Strategy condividiamo la stessa missione: sostenere le imprese italiane attraverso soluzioni di finanza alternativa – ha dichiarato Antonio Chicca, Managing Director di Azimut Direct – Grazie a tecnologie proprietarie, Azimut Direct ottimizza i processi e offre strumenti finanziari su misura per le PMI. Dal 1° luglio 2021 abbiamo completato circa 230 operazioni per un controvalore di 1,3 miliardi di euro, servendo quasi 200 imprese: numeri che testimoniano la vitalità del tessuto imprenditoriale italiano e l’efficacia del nostro approccio”.

“Le aziende familiari stanno attraversando significative metamorfosi dovute alla transizione ecologica e alla transizione digitale: due sfide epocali che richiedono un ripensamento per cogliere le opportunità dettate dai tempi – ha aggiunto Giulia Castoldi, Delegata del Presidente per le imprese familiari di Assolombarda – Penso, per esempio, al tema del capitale umano e all’applicazione dell’intelligenza artificiale. In questo processo le imprese vanno sostenute affinché possano competere sui mercati nazionali e internazionali, perché rappresentano l’anima economica del nostro Paese e un attore sociale di riferimento”.

La Redazione

Leggi anche

Motorspot, a Marzo I giovani tornano in Carena. A Messina

Cinzia Ficco

A marzo 2024, rispetto al mese precedente, aumentano gli occupati e gli inattivi, mentre diminuiscono i disoccupati

Cinzia Ficco

Firenze a luglio capitale internazionale dei produttori di videogiochi

Cinzia Ficco