11.5 C
Rome
Aprile 17, 2024
Management

Scarsa creatività? Un libro per riaccenderla e centrare un obiettivo di business

Gli autori del testo, pubblicato da FrancoAngeli, dirigono Istituto di Design Hasso Plattner dell’Università di Stanford

Ti è mai capitato durante una riunione di ritrovarti con poca creatività e un obiettivo di business non raggiunto?

Gli autori, direttori dell’ Istituto di Design Hasso Plattner dell’Università di Stanford, partono dall’assunto che ogni problema di business è un problema di idee.

Tutti noi vogliamo idee eccezionali, ma pochi in realtà capiscono come queste vengano alla luce. L’innovazione non deriva da uno sprint o da un hackathon, è figlia della massimizzazione del flusso delle idee e i team hanno successo nella misura in cui questo flusso è libero e continuo. Gli autori propongono quindi una nuova metrica per il business: l’Ideaflow, ossia il numero di idee che tu ed il tuo team riuscite a generare in un dato ammontare di tempo. Maggiore è l’Ideaflow, maggiore sono le possibilità di capire velocemente quali vale la pena perseguire per arrivare alla soluzione del tuo problema e quindi all’innovazione. Il libro ti insegnerà come: superare le pericolose trappole cognitive che fermano le idee;  trovare ispirazione in posti inaspettati e stimolare la tua mente ad essere più creativa;  progettare e sviluppare sperimentazioni economicamente accessibili;  liberare il tuo potenziale creativo, insieme al potenziale del tuo team. Con questo metodo, imprenditori, manager e leader impareranno come incorrere in idee sorprendenti e di valore e a riempire la pipeline creativa con idee rivoluzionarie.

Jeremy Utley, Director of Executive Education di Stanford’s d.school, è professore presso la Stanford’s School of Engineering. Perry Klebahn, cofondatore della Stanford’s d.school Faculty, è professore e Director of Executive Education della Stanford’s d.school. Ha in precedenza collaborato con Patagonia and come CEO di Timbuk2.

La Redazione

Leggi anche

“I Cuomo? Vi facciamo vedere noi di che Pasta sono fatti”

Cinzia Ficco

“Come rendere attrattiva l’Italia? Serve una nuova politica del lavoro”

Cinzia Ficco

“Solo il 51% dei lavoratori si sente spinto dai manager a sviluppare nuove competenze”

Cinzia Ficco