19.6 C
Rome
Luglio 23, 2024
Management

Scarsa creatività? Un libro per riaccenderla e centrare un obiettivo di business

Gli autori del testo, pubblicato da FrancoAngeli, dirigono Istituto di Design Hasso Plattner dell’Università di Stanford

Ti è mai capitato durante una riunione di ritrovarti con poca creatività e un obiettivo di business non raggiunto?

Gli autori, direttori dell’ Istituto di Design Hasso Plattner dell’Università di Stanford, partono dall’assunto che ogni problema di business è un problema di idee.

Tutti noi vogliamo idee eccezionali, ma pochi in realtà capiscono come queste vengano alla luce. L’innovazione non deriva da uno sprint o da un hackathon, è figlia della massimizzazione del flusso delle idee e i team hanno successo nella misura in cui questo flusso è libero e continuo. Gli autori propongono quindi una nuova metrica per il business: l’Ideaflow, ossia il numero di idee che tu ed il tuo team riuscite a generare in un dato ammontare di tempo. Maggiore è l’Ideaflow, maggiore sono le possibilità di capire velocemente quali vale la pena perseguire per arrivare alla soluzione del tuo problema e quindi all’innovazione. Il libro ti insegnerà come: superare le pericolose trappole cognitive che fermano le idee;  trovare ispirazione in posti inaspettati e stimolare la tua mente ad essere più creativa;  progettare e sviluppare sperimentazioni economicamente accessibili;  liberare il tuo potenziale creativo, insieme al potenziale del tuo team. Con questo metodo, imprenditori, manager e leader impareranno come incorrere in idee sorprendenti e di valore e a riempire la pipeline creativa con idee rivoluzionarie.

Jeremy Utley, Director of Executive Education di Stanford’s d.school, è professore presso la Stanford’s School of Engineering. Perry Klebahn, cofondatore della Stanford’s d.school Faculty, è professore e Director of Executive Education della Stanford’s d.school. Ha in precedenza collaborato con Patagonia and come CEO di Timbuk2.

La Redazione

Leggi anche

Pianificazione aziendale: come la affrontano le imprese italiane?

Cinzia Ficco

Il tuo curriculum? Meglio digitale. Così resta sul cellulare e non più nel cassetto

Cinzia Ficco

Più facile ora per le pmi trovare mamme e papà più motivati

Cinzia Ficco