11.5 C
Rome
Aprile 17, 2024
EvoluzioneFocusInnovazione

Camera Commercio Torino: i nuovi servizi del Portale Etichettatura? Su certificazione e ambiente

Si aggiungono alle informazioni su etichettatura e sicurezza dei prodotti, proprietà industriale e intellettuale


Si allarga ai temi della certificazione e dell’ambiente il servizio offerto dal Portale Etichettatura e Sicurezza Prodotti realizzato dalla Camera di commercio di Torino, presieduta da Dario Gallina, e dal suo Laboratorio Chimico.  www.portale-etichettatura.lab-to.camcom.it

E dunque, oltre alle informazioni su etichettatura e sicurezza dei prodotti, internazionalizzazione, proprietà industriale e intellettuale, le imprese potranno ricevere indicazioni più approfondite sull’etichettatura ambientale, grazie alla collaborazione con CONAI, e supporto in tema di certificazione alimentare con il contributo di Agroqualità.

Anche Unioncamere Puglia nell’ambito delle attività della Rete Enterprise Europe Network, in collaborazione con le Camere di Commercio pugliesi e il Laboratorio Chimico Camera di Commercio Torino, ha attivato lo “Sportello etichettatura e sicurezza prodotti”, che offre gratuitamente un servizio di primo orientamento ed informazione alle imprese pugliesi, fornendo gli strumenti per un corretto approccio alla materia e il necessario supporto nell’assolvimento degli obblighi di legge.

Per accedere al Portale Etichettatura e Sicurezza Prodotti le imprese devono effettuare una registrazione gratuita, a seguito della quale possono accedere alla loro area riservata per inserire il quesito specifico.

Le risposte verranno inserite direttamente sul Portale, in modo che le aziende possano accedere e consultare agevolmente lo storico dei quesiti.

I contenuti del Portale sono accessibili a tutti, compresi i consumatori che possono consultare il materiale informativo disponibile, in particolare i riferimenti normativi “orizzontali” di etichettatura, le schede dei prodotti e le FAQ con le risposte finora elaborate in base all’esperienza di tutti gli Sportelli.

“Negli anni abbiamo coinvolto sempre più soggetti a livello nazionale per fornire alle imprese di tutta Italia il maggior numero di informazioni utili sui temi della sicurezza dei prodotti e dell’etichettatura alimentare e non alimentare, il tutto sempre gratuitamente – spiega Dario Gallina, Presidente della Camera di commercio di Torino (in foto) –Un ampio lavoro di sistema in grado di rispondere in tempi brevissimi anche ai quesiti più complessi, favorendo così una corretta applicazione delle norme da parte delle imprese e un mercato più trasparente a favore di tutti i consumatori”.

“Lo strumento è completamente digitale ed è un progetto di sistema che coinvolge oltre 60 province italiane con modalità di semplificazione e integrazione dei servizi e con un’interfaccia moderna, molto gradita alle aziende alimentari e ai consumatori – dichiara

Fabrizio Galliati, Presidente del Laboratorio Chimico Camera di commercio di Torino – Il nostro impegno come sistema camerale è quello di offrire un Portale in cui l’impresa possa ricevere informazioni pratiche di primo orientamento nel più breve tempo possibile e su diversi temi, potenziando così i servizi camerali già in essere o creandoli dove non risultino presenti”.

Il Portale, nato nel 2020, riporta esempi di etichette di prodotti italiani, riferimenti

normativi in materia di sicurezza ed etichettatura dei prodotti alimentari e non alimentari, numerose FAQ e pillole formative, che verranno integrate anche con le informazionirelative alle nuove tematiche.

Il Portale ha raggiunto la copertura nazionale con la collaborazione degli enti istituzionali camerali che mettono a disposizione delle proprie imprese contenuti personalizzati, come schede di prodotti tipici o pillole di approfondimento normativo.

Ciascun ente (Camera di commercio, Unione regionale o azienda speciale) opera, nell’ambito del Portale, sulla base di un flusso operativo personalizzato, che consente di monitorare i quesiti in tutti i passaggi, rispondere se la tematica può essere evasa direttamente oppure richiedere l’intervento della task force di esperti, coordinata dal Laboratorio Chimico Camera di commercio di Torino, di Dintec per i prodotti non alimentarie la proprietà industriale e intellettuale, Ceipiemonte per il commercio internazionale, Agroqualità per la certificazione e CONAI per l’ulteriore supporto sull’etichettatura ambientale.

“Sono lieto che Agroqualità sia entrata a fare parte del portale Etichettatura mettendo così a disposizione delle imprese le proprie competenze in materia di certificazione agroalimentare.  Gli ambiti di supporto che Agroqualità è in grado di offrire non si limitano a quesiti certificativi su qualità, sicurezza alimentare, rintracciabilità, temi ormai diventati prerequisiti per il settore, ma si ampliano a tematiche di sostenibilità e di digitalizzazione premianti e di valorizzazione per tutti le aziende che operano “dal campo alla tavola” – dichiara Enrico De Micheli, Amministratore Delegato di Agroqualità.

“Un nuovo passo avanti per supportare le imprese italiane nel far fronte ai nuovi obblighi n tema di etichettatura ambientale” commenta il Direttore Generale CONAI Valter Facciotto – Conai  ha già elaborato delle Linee guida sul tema e collaborato attivamente col Ministero dell’ambiente per aiutare le nostre aziende ad apporre in etichetta le informazioni necessarie in modo corretto. Anche per questo siamo felici di veder attivato questo aggiornamento del Portale Etichettatura e Sicurezza Prodotti: un’iniziativa di grandissima utilità che speriamo possa essere estesa a tutto il sistema camerale, in ogni parte d’Italia. Del resto, quella dell’etichettatura è una risorsa preziosa anche per i consumatori: li aiuta a fare sempre meglio la raccolta differenziata degli imballaggi, facilitando così il riciclo. Che è il fine ultimo del nostro lavoro”.

La Redazione

Leggi anche

Come rendere sostenibili i business digitali? Tre consigli

Cinzia Ficco

A giugno 2023 il 69 % delle imprese manifatturiere ha avviato pratiche sostenibilità

Cinzia Ficco

Giuliano Zuccoli, una vita spesa per l’autonomia energetica in Italia

Cinzia Ficco