19.3 C
Rome
Maggio 26, 2024
Focus

Festa della mamma: il regalo arriva dal progetto “Includere per crescere”

Si tratta di iniziative per il reinserimento al lavoro di madri e care giver. Tra queste una app


Una festa della mamma con sorpresa, quest’anno.

Il nuovo progetto congiunto tra Women at Business e Consorzio ELIS punta ad offrire attraverso la app Women Plus, di cui TIM è main partner, un supporto concreto a quante donne-madri si sono trovate a scegliere tra vita professionale e famiglia – come mamme, ma anche come care giver al servizio di genitori e suoceri – e che oggi hanno la necessità – o il desiderio – di rientrare nel mondo del lavoro. 

Si chiama “Includere per Crescere” il progetto avviato questo semestre dal Consorzio di aziende ELIS. Prevede iniziative per favorire il reinserimento nel mondo del lavoro di quelle madri che hanno lasciato la professione per incompatibilità con esigenze famigliari.

Le aziende che aderiscono a “Includere per Crescere” segnalano i profili professionali di cui hanno maggiormente bisogno. Si crea così un bacino di posizione aperte, in tutta Italia, che potranno creare il perfect match su Women Plus, con tutte le donne-madri iscritte alla community, ormai quasi 12.500, e che saranno sostenute da programmi di formazione e orientamento professionale ad hoc per le singole candidature. E accompagnando poi l’ingresso nel nuovo ruolo ottenuto con un Mentor e una Super Academy di esperti dei mestieri per acquisire le competenze necessarie alla nuova professione appena intrapresa. 

Da 60 anni ELIS si impegna con risorse, progetti formativi e opportunità concrete a promuovere un mondo del lavoro più equo e inclusivo, che possa quindi anche valorizzare il ruolo delle donne e supportarle nel raggiungimento dei propri obiettivi professionali – dichiara Valeria Bonilauri, Responsabile Innovazione di ELIS e coordinatrice del Progetto – Investire nell’empowerment femminile è un passo fondamentale per le imprese e la collaborazione con WomenPlus permetterà di creare un’importante canale di dialogo tra le aziende che aderiscono al progetto e le donne che possono trovare in ‘Includere per Crescere’ la loro opportunità per rientrare nel mondo del lavoro”. 

Aggiungono Laura Basili e Ilaria Cecchini, co-founder di Women at Business che ha sviluppato la app Women Plus: “L’esperienza e le risorse messe in campo dal Consorzio ELIS anche a favore della carriera delle madri si integrano perfettamente con la nostra visione e i nostri obiettivi. Con questo progetto vogliamo lanciare un messaggio univoco, ossia che le donne devono perseguire le proprie ambizioni professionali realizzandosi nella propria carriera lavorativa e nel loro ruolo familiare, senza che alcuna scelta venga loro imposta e vivendo nella libertà di realizzare appieno il proprio potenziale senza compromessi”. 

Per candidarsi e saperne di più: https://portaleinclusione.elis.org/home 

Consorzio Elis 

Il Consorzio ELIS raccoglie oltre 120 tra grandi gruppi, PMI, università e altri enti pubblici e privati. Ogni anno un’organizzazione del Consorzio ne assume la Presidenza di turno e lancia un progetto d’impatto sociale che ha per obiettivo rispondere ai bisogni delle persone nel mondo della formazione e del lavoro.  

Women at Business (WAB S.rl.) 

Women at Business, fondata nel 2020 una settimana prima del lock down (da Laura Basili e Ilaria Cecchini), è una piattaforma di incontri professionali tra donne e aziende basata su un algoritmo di matching delle competenze. Un progetto tecnologico che ha l’obiettivo e la missione di risolvere il problema sociale ed economico dell’occupazione femminile in Italia, promuovendo l’inclusione e le competenze delle donne come motore del cambiamento culturale e sociale.  

Per ulteriori informazioni https://www.womenatbusiness.com/ 

Leggi anche

Le imprese italiane investono nella transizione green e aumenta la richiesta di green jobs

Cinzia Ficco

Luigi Rizzolo è il nuovo presidente di Sistemi formativi Confindustria

Cinzia Ficco

Formazione in azienda: un lavoratore su tre afferma di non avere le competenze necessarie

Cinzia Ficco