11.5 C
Rome
Aprile 17, 2024
Focus

Arriva Italia.it, il nuovo Hub Digitale del Turismo 

In rete i soggetti che faranno diventare più attrattivo il Paese


Una piattaforma digitale in grado di far incontrare tutti i soggetti che partecipano allo sviluppo del turismo italiano, mettendo in diretta connessione le componenti di domanda e di offerta per accrescere l’attrattività del nostro Paese. https://www.italia.it/it

È questo l’obiettivo primario del nuovo hub digitale del turismo nazionale, italia.it, frutto di un progetto promosso dal Ministero del Turismo in collaborazione con Unioncamere, finanziato nel quadro degli investimenti previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Un’iniziativa che intende connettere l’ecosistema turistico italiano, dando forma ad un unico luogo digitale che rappresenti da da casa comune per gli operatori turistici attivi sui territori, i potenziali visitatori e le istituzioni,

che Unioncamere in collaborazione con ISNART e Unioncamere Puglia ha voluto promuovere nel corso della BTM – Business Tourism Management, la manifestazione dedicata al turismo più importante del Mezzogiorno, tenutasi alla Fiera del Levante di Bari, tappa di un percorso di promozione che sta coinvolgendo tutto il Paese.

ISNART, presente in fiera con un proprio spazio espositivo, ha contribuito alla promozione del progetto, sensibilizzando le imprese turistiche ad accreditarsi sulla piattaforma e attivando un counseling mirato alla presentazione dei servizi e benefici offerti dall’hub digitale agli imprenditori del settore ricettivo.

Grazie agli esperti di ISNART e al supporto dei due promoter territoriali, gli operatori locali hanno potuto apprendere i benefici legati alla registrazione all’hub del turismo italiano, quali la possibilità di esporre la propria offerta turistica in un’area dedicata del portale italia.it, beneficiando della promozione delle campagne di comunicazione domestiche e internazionali – Italia, Open to Meraviglia – che sono già in corso e che verranno rafforzate entro questo mese.

Si partirà dalla promozione permanente di italia.it in tutti i più grandi aeroporti internazionali (UE ed extra UE). Servizi totalmente gratuiti a disposizione delle imprese che possono beneficiare inoltre del titolo preferenziale nell’ambito dei bandi indetti dal Ministero del Turismo per lo sviluppo del comparto turistico nazionale e potranno usufruire di servizi dedicati come: dashboard di dati del settore aggiornati e di facile consultazione, formazione dedicata e altri servizi per migliorare il loro posizionamento sul mercato.

“Da una indagine sui turisti condotta nell’estate 2023, realizzata dall’Osservatorio sull’economia del turismo delle Camere di commercio, è emerso che le motivazioni di viaggio prevalenti, nella nostra regione, sono la ricerca di svago e relax nelle nostre località balneari seguita dal gradimento per la ricchezza del patrimonio culturale e la bellezza della natura. Una destinazione che offre molteplici offerte, oltre quella balneare, che i

nostri turisti apprezzano anche per i costi, che si traducono in spese per il viaggio e l’alloggio inferiori alla media nazionale – fa sapere Luigi Triggiani, Segretario Generale Unioncamere Puglia – Grazie ad un monte di 98 milioni di euro stanziati a partire dal 2020, quando eravamo in piena pandemia, il Sistema camerale ha potuto supportare le imprese turistiche italiane per interventi, anche economici, verso la ripresa e la crescita. Con questi supporti concreti il Sistema camerale nazionale sta confermando il proprio ruolo strategico a sostegno dell’imprenditoria e, quindi, del sistema turistico del nostro Paese con attenzione dedicata ai singoli territori. “Uno sforzo finalizzato alla promozione di progettualità – aggiunge Mario Vadrucci, Vice Presidente dell’Unione Italiana delle Camere di Commercio- iniziative di valorizzazione dei territori e al potenziamento della qualità della filiera turistica che Unioncamere conduce in ottica di partenariato con i soggetti istituzionali – Ministero del Turismo, di cui siamo partner per la promozione del Tourism Digital Hub, ENIT e Regioni – mettendo a disposizione di questi stakeholder la propria ‘cassetta degli attrezzi’ composta da nuovi strumenti capaci di effettuare analisi basate sull’intelligenza artificiale – come la piattaforma Stendhal – a cui si aggiunge la competenza per una corretta analisi e interpretazione dei dati e dei fenomeni turistici”.

La Redazione

Leggi anche

“Digital divide: le aziende non connesse hanno un tasso di mortalità 5 volte superiore rispetto a quelle connesse”

Cinzia Ficco

“L’infrastruttura digitale del 2024? E’ sempre più un ecosistema”

Cinzia Ficco

Aerospazio: accordo per potenziare Dubai South

Cinzia Ficco