0.8 C
Rome
Febbraio 22, 2024
Innovazione

Payroll: arriva quello “rock” e internazionale

L’iniziativa dell’azienda italiana, Zeta service, coinvolge tredici Paesi


Nasce “Payrocks”: il network internazionale di HR e Payroll che riunisce tredici Paesi. L’iniziativa, targata Zeta service, azienda italiana, fondata da Silvia Bolzoni (in foto) nasce in seguito ad alcuni studi.  

Entro il 2027 il mercato mondiale del payroll infatti crescerà del 27%, rispetto al 5% del mercato interno, ma la scelta di una soluzione di servizio globale sembra non funzionare per le aziende che operano a livello intercontinentale. Di qui il progetto che ha coinvolto sette HR e Payroll Provider operanti in tredici Paesi, per un totale di oltre 3000 dipendenti e circa 1 milione di buste paga mensili.Volevamo creare un network di aziende -spiega Ivan Moretti, Co-CEO di Zeta Service e ideatore dell’iniziativa– che avessero il nostro stesso DNA, gli stessi valori, molto esperte e leader nelle loro country di competenza per soddisfare le esigenze di clienti internazionali attraverso consulenti locali”.

I dati testimoniano la radicata convinzione che possa esistere “una soluzione di servizio globale”. Tuttavia le aziende che operano in diversi paesi, spesso criticano la qualità dei servizi payroll offerti dai fornitori internazionali, lamentando spesso un contatto diretto con esperti locali e affidandosi a centri di competenza off-shoring. Questa complessità può comportare perdite significative. “Payrocks” è  costituito da esperti locali, che seguono il cliente con l’attenzione giusta e garantiscono il pieno rispetto delle normative locali. Una vera e propria rivoluzione nata per volontà dell’azienda italiana Zeta Service, specializzata nei servizi Payroll e HR, premiata peraltro nell’ambito dei Global Payroll Awards lo scorso anno come miglior payroll provider tra quelli che operano a livello nazionale nel 2022 e quest’anno menzionata come Highly Commended In-Country Payroll Provider

“Questo – continua Moretti –  per i clienti significa un alto livello di professionalità Abbiamo infatti rilevato la difficoltà di alcuni clienti nel trovare servizi payroll al di fuori dell’Italia che fossero caratterizzati dall’alta qualità locale garantita dalla nostra esperienza. Dunque lo scopo della partnership è duplice per l’azienda: da un lato fidelizzare i clienti offrendo la possibilità di avere un servizio in più, dall’altro, avere accesso a nuove opportunità di business e nuovi clienti, sempre in un’ottica collaborativa, consentendo così alle aziende coinvolte di aumentare attrattività e visibilità sul mercato”

Ma chi sono i “payrockers” con cui Zeta Service ha deciso di allearsi?

Tra questi troviamo Atisa (attiva in Spagna, Portogallo e Andorra), Contract Administration (attiva in Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia), Paychex (attiva in Germania), Securex (attiva nella zona del Benelux), PayCaptain (attiva nel Regno Unito) e Nibelis (attiva in Francia). I founding member hanno nominato Thierry Vanbever come Project Director, un top leader con molti anni di esperienza internazionale nei servizi HR e payroll, nonché fondatore di LetzHR, il quale dice: “È per me un onore sostenere questo grande progetto. L’attenzione si concentra su una maggiore qualità locale e un servizio migliore per i clienti globali. Questa è la missione in cui tutti i nostri membri sono impegnati. Agiamo insieme a vantaggio di molti clienti. Let’s rock it!”,

La Redazione

Leggi anche

Minacce informatiche: nuove soluzioni per imprese ibride e multicloud

Cinzia Ficco

Il tuo curriculum? Meglio digitale. Così resta sul cellulare e non più nel cassetto

Cinzia Ficco

“Vi spieghiamo come creare valore d’impresa con i dati”

Cinzia Ficco

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Supponiamo che tu sia d'accordo con questo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy