30.9 C
Rome
Giugno 19, 2024
Innovazione

Spreco alimentare: nel 2022 salvati quasi 80 milioni di pasti

Uno degli obiettivi raggiunti dall’azienda Too Good To Go


Too Good To Go, l’azienda ad impatto sociale ed il più grande marketplace mondiale per le eccedenze alimentari, ha pubblicato il suo Impact Report 2022, che rivela i risultati ottenuti nella sua mission: ispirare e responsabilizzare tutti a ridurre insieme lo spreco alimentare. https://www.toogoodtogo.com/it/download/2022-impact-report

Nel corso del 2022 a livello globale, l’azienda ha centrato varo obiettivi: l’acquisizione di CodaBene, la startup francese che ha creato una piattaforma per aiutare i rivenditori a risparmiare tempo e denaro grazie a una migliore gestione dell’inventario e del sistema di date di scadenza; il lancio di Box Dispensa, con lo scopo di evitare lo spreco di cibo già nella fase di produzione e trasformazione della filiera che coinvolge l’industria alimentare. E ancora, l’iniziativa delle etichette riguardanti le date di scadenza dei prodotti per ridurre lo spreco di cibo anche a livello domestico, attraverso l’etichetta personalizzata Spesso Buono Oltre che, nel 2022, è stata apposta su oltre 1,7 miliardi di confezioni di prodotti alimentari.

Mette Lykke, CEO di Too Good To Go, fa sapere: “Attraverso la nostra campagna di Etichetta Consapevole, abbiamo avviato i progetti di sensibilizzazione e il nostro impatto a livello politico e aiutato la nostra community a evitare che più di 79 milioni di pasti andassero sprecati”.

Nel 2022, Too Good To Go ha accolto 52.671 partner alimentari indipendenti e 395 nuovi brand sul mercato. Queste realtà si sono aggiunte ad alcuni dei maggiori operatori del settore alimentare, tra cui Carrefour, Aldi, Starbucks, Morrisons, Costa Coffee, Casino Group, M&B, PAUL Group e Biedronka.

Con i soli Key Accounts, Too Good To Go ha salvato quasi 44 milioni di pasti nel 2022, evitando l’equivalente delle emissioni di CO2e prodotte da un volo di 500mila passeggeri da Londra a Berlino.

Con gli imprenditori locali, l’azienda ad impatto sociale è riuscita a evitare lo spreco di altri 33 milioni di pasti.

Il 18% di tutti gli sprechi alimentari in Europa avviene durante la fase di produzione (Eurostat, 2020). Ecco perché Too Good To Go ha deciso di guardare oltre il suo modello di Surprise Bag per trovare altri modi per combattere lo spreco alimentare a monte della catena. Nel corso del 2022, l’azienda ha introdotto una nuova soluzione per l’acquisto di eccedenze direttamente dalle aziende alimentari, offrendo le Box Dispensa attraverso il sui Marketplace.

Queste Box sono state un successo in Danimarca e nei Paesi Bassi, con un risparmio di 30.331 pasti nel 2022, e di recente, a maggio 2023, sono state lanciate anche in Italia con un’ottima accoglienza da parte degli utenti.

Nel novembre 2022, Too Good To Go ha finalizzato l’acquisizione di CodaBene, la startup tech francese responsabile della piattaforma FoodMemo. La piattaforma aiuta le aziende a gestire meglio l’inventario per risparmiare cibo, tempo e denaro. Grazie a questa nuova tecnologia.

Con l’acquisizione di CodaBene, Too Good To Go offre ai propri partner commerciali una tecnologia in grado di fornire loro i seguenti servizi: Individuazione rapida e tempestiva dei prodotti prossimi alla scadenza dell’intero inventario del punto vendita. Processo decisionale semplice e intuitivo grazie alle informazioni smart sulla ridistribuzione delle eccedenze, con suggerimenti personalizzabili per i prodotti prossimi alla scadenza. Efficace (ri)distribuzione delle eccedenze alimentari, ad esempio attraverso sconti in negozio o le Surprise Bag di Too Good To Go.

Nel 2022, questa nuova tecnologia ha consentito ai business partner di Too Good To Go di risparmiare in media 3 milioni di prodotti al mese in oltre mille punti vendita. La piattaforma è stata lanciata in Francia nel 2022 e in futuro verrà estesa agli altri Paesi in cui l’azienda opera.

Too Good To Go è un’azienda certificata B Corp ad impatto sociale, con la missione di ispirare e responsabilizzare tutti a combattere insieme lo spreco alimentare.

Dal suo lancio nel 2016, Too Good To Go è cresciuta fino a contare oltre 78 milioni di utenti registrati e 140mila partner commerciali attivi in 17 Paesi in Europa e Nord America, rendendo l’App Too Good To Go il marketplace numero uno al mondo per le eccedenze alimentari.

Attraverso il suo mercato, la comunità di Too Good To Go si connette per salvare il cibo invenduto da una varietà di partner commerciali, tra cui supermercati, negozi, ristoranti e produttori. In 7 anni di attività, Too Good To Go ha contribuito a evitare che oltre 220 milioni di pasti andassero sprecati, l’equivalente di 550mila tonnellate di CO2 evitate.

Too Good To Go avvia progetti e crea partnership con aziende, famiglie, scuole e governi.

La Redazione

Leggi anche

Ecco l’X-59: l’aereo silenzioso di Nasa e Lockheed Martin

Cinzia Ficco

Borghi più belli d’Italia: presto un e – commerce per le tipicità locali

Cinzia Ficco

Aziende e Intelligenza Artificiale: il dossier di CISCO

Cinzia Ficco