-11.9 C
Rome
Febbraio 25, 2024
Management

“Strategie per avere successo? Provate a immaginare di dover sopravvivere in un bosco per una settimana”

Le racconta in un libro autobiografico Antonio Arbore, broker assicurativo e business coach (Mind Edizioni)

La passione per il settore delle assicurazioni convince Antonio Arbore a intraprendere la professione di assicuratore, iniziando un percorso professionale entusiasmante.

Economia e assicurazioni  sono due asset che nascondono un certo appeal per gli addetti al lavoro perché consentono di assumere decisioni, adottare strategie, intraprendere strade con le quali raggiungere gli obiettivi. Perché si parla di target, risultati, crescita economica quando l’assicuratore entra in campo e dialoga con i suoi clienti.

Antonio Arbore fa crescere le sue competenze,  crede nella professione fino ad arrivare a scrivere un libro dal titolo Assicurati il successo che fa parte della collana “Le vie del successo” diretta da Roberto Cerè ed è editato da Mind Edizioni. Appena il libro viene messo in vendita raggiunge la quinta posizione nella classifica dei Bestseller Amazon e la prima nella classifica delle novità interessanti nella categoria lavoro e raggiungimento del successo.  Si tratta di una testimonianza del suo percorso professionale che intende raccontare per evidenziare l’importanza dei risultati raggiunti proprio nel settore assicurativo. Il volume potremmo definirlo come una vera e propria autobiografia, una storia personale di Antonio Arbore il quale comincia il suo percorso professionale da giovane assicuratore e si trasforma nel professionista di oggi.

Non solo. Oltre a condividere le sfide e i successi durante i suoi 25 anni di esperienza nel settore assicurativo, Antonio Arbore vuole spiegare nel libro la sua trasformazione in un coach qualificato grazie al Micap (Master Internazionale Ad Alte Prestazioni). Cosa è il Micap? È un’accademia di formazione fondata da Roberto Cerè, conosciuta nel settore per il suo approccio unico che combina sfide fisiche e mentali per aiutare gli individui a raggiungererisultati straordinari. Tra queste sfide Antonio Arbore deve sopravvivere in un bosco senza aiuti per 7 giorni e 7 notti, correre la maratona di New York e scrivere questo libro, che rappresentauna parte fondamentale del suo percorso di crescita.

Antonio, quando nasce la sua passione per il settore assicurativo?

«La passione per il mio settore lavorativo nasce all’inizio della mia attività 25 anni fa e mi ha permesso di lasciare il posto fisso– facevo parte dell’Arma dei Carabinieri – per inseguire il sogno di diventare un assicuratore capace ed autorevole».

Perché sceglie il percorso proposto da Micap?

«Il percorso Micap l’ho scelto in pieno periodo Covid-19 e ho trovato nel master un modo per fissarmi obiettivi ambiziosi da realizzare».

Le sfide superate durante il percorso in che modo hanno influenzato il suo approccio professionale?

«Le sfide superate nel corso del master sono state davvero sfidanti: sopravvivere sette giorni in un bosco senza aiuti, correre una maratona, scrivere un libro, svolgere un test d 240 domande in un’ora con zero margine di errore ed altre sfide nei tre anni. Hanno contribuito a migliorare l’autostima e la consapevolezza che tutti possiamo realizzare molto più di quello che immaginiamo di poter fare».

Come immagina l’asset assicurativo nei prossimi anni?

«Il mercato assicurativo, come tanti settori interessati nell’attuale contesto economico, è visto come in grande cambiamento. I prossimi anni ci vedranno protagonisti di una trasformazione repentina nell’offerta assicurativa e delle modalità di approccio con il cliente».

Innovazione e tecnologia in che modo rivoluzionano le polizze assicurative?

«Se da un lato il cambiamento fa paura a molti, ritengo si possano cogliere numerose opportunità. Ho innovato notevolmente il nostro modo di approccio professionale. La società di brokeraggio assicurativo di cui sono il CEO, offre un servizio digitale ai nostri clienti, snellendo le procedure precontrattuali, contrattuali e di pagamento. Con la digitalizzazione abbiamo ottenuto ottimi risultati: dalla gestione del tempo, alla logistica e ci siamo spinti ad offrire i nostri prodotti in tutto il mercato nazionale senza nessun limite. Ritengo che nei prossimi anni si potrà stravolgere ancora tanto l’offerta assicurativa con l’ausilio dell’intelligenza artificiale. L’importante è restare sempre sul pezzo, studiare e praticare. Questa ritengo sia la strategia vincente per chi vorrà svolgere il lavoro di assicuratore oggi».

Francesco Fravolini

Leggi anche

Scarsa creatività? Un libro per riaccenderla e centrare un obiettivo di business

Cinzia Ficco

Manager e professionisti It: dove li trovo e quanto li pago?

Cinzia Ficco

Creare competenze nel campo del digitale e dell’Ai genera valore reale 

Cinzia Ficco