25.4 C
Rome
Luglio 12, 2024
Focus

Compravendita di aziende? Ora c’è un marketplace digitale

L’idea, B2Scout, è venuta all’imprenditore torinese Simone Trocchia e al suo team


Negli ultimi dieci anni la presenza di over 70 al vertice di aziende è aumentata di un quarto, mentre è diminuita – più o meno dello stesso valore – quella di giovani (18-29 anni).

Lo rivela un’elaborazione di Unioncamere e Infocamere, che sottolinea quanto sia complicato il ricambio generazionale nel nostro Paese spesso a causa di visioni strategiche differenti o per mancanza di comunicazione.

Il più delle volte buona parte degli imprenditori è costretta a chiudere perché solo il 13% delle aziende familiari arriva alla terza generazione (dati Family First Institute).

Trovare successori per la propria attività o individuare imprese in cui investire è una problematica sempre più ricorrente.

Ma oggi c’è la piattaforma B2Scout a proporre soluzioni. b2scout.com

L’idea è venuta all’imprenditore torinese Simone Trocchia (nella foto in alto) e al suo team di giovani professionisti del settore.

Si tratta del primo marketplace digitale italiano completamente dedicato alla compravendita di aziende. Un’innovazione nel settore che mira a connettere venditori e acquirenti di aziende e attività commerciali attraverso una piattaforma digitale avanzata, semplificando il processo e aumentando la visibilità delle opportunità di business.

“Il nostro obiettivo – spiega Simone Trocchia, fondatore di B2Scout – è aiutare imprenditori e intermediari a trovare la giusta corrispondenza per le loro esigenze di vendita e acquisto, offrendo una piattaforma che rende tutto questo facile e accessibile. La digitalizzazione è il nostro mantra e crediamo che possa rivoluzionare il modo in cui le aziende cambiano proprietario”.

Lanciata a maggio 2022, la piattaforma conta già oltre 4000 annunci pubblicati e vanta un traffico mensile superiore a 20.000 utenti e in costante aumento.

Il settore della mediazione immobiliare online in Italia sta crescendo rapidamente, con un tasso di crescita annuo del 12% e un valore di mercato previsto di 22 miliardi di dollari entro il 2030. Tuttavia, il segmento delle attività commerciali rimane ampiamente inesplorato.

Attraverso la propria soluzione digitale innovativa, B2Scout, entra in gioco proprio per colmare questa lacuna. Grazie a una piattaforma user-friendly B2Scout mette in risalto gli annunci dei vari imprenditori, garantendo massima visibilità.

Gestendo ogni fase del percorso, dalla consulenza alla gestione degli annunci, l’obiettivo di B2Scout è rendere la compravendita di aziende facile, trasparente e accessibile a tutti, sfruttando il potere della digitalizzazione. Il tutto all’interno di un marketplace dove è possibile esplorare innumerevoli opportunità di business con un solo click.

“B2Scout – aggiunge Simone Castagneri, co-fondatore di B2Scout – intende affermarsi come provider a 360° per la compravendita di aziende entro il 2028. La nostra roadmap prevede lo sviluppo continuo della piattaforma e l’integrazione di servizi avanzati di machine learning”.

La Redazione

Leggi anche

Comunicazione: UNA entra in Confindustria professioni e management

Cinzia Ficco

Aerospazio: accordo per potenziare Dubai South

Cinzia Ficco

Come il digitale può rendere più competitiva l’industria manifatturiera?

Cinzia Ficco